E’ in uscita negli USA il primo numero della nuovissima serie Marvel Comics: Punisher. Scritto da Greg Rucka (Batwoman: Elegy, Queen & Country, Gotham Central) con i disegni dell’italiano Marco Checchetto, la serie diverge dalle recenti avventure di Frank Castle, tra poco un nuovo volume pubblicato da Panini Comics, come Frankencastle, e restituisce un Punitore ultraviolento.

Come ha spiegato al Comic-Con International di San Diego, Greg Rucka sostiene che il Punitore sia a tutti gli effetti una forza della natura. Frank Castle morì lo stesso giorno in cui la sua famiglia è stata brutalmente uccisa, e ciò che ne è rimase fu solo il Punitore e la sua missione: uccidere i cattivi. Lo scrittore ha aggiunto che la cosa affascinante, non sia la pazzia di Frank Castle, ma di come tutto ciò che fa sia pianificato e mirato.

Per questo, la serie si occuperà inizialmente di come le azioni implacabili del vigilante influenzino chi gli sta intorno, come la polizia, che tenterà di lavorare ai casi in cui i sospetti o i colpevoli sono stati uccisi dal Punisher. Nel primo numero, verrà introdotto un poliziotto la cui vita si intreccia con la missione di Castle.

Rucka e i suoi collaboratori rendono insolita la narrazione in Punisher # 1. Il protagonista non parla, né il suo pensiero si rivela al lettore attraverso qualsiasi tipo di didascalia. In realtà, questo metodo sarà usato per i primi tre numeri della testata.

The Punisher viaggia attraverso il mondo come un uragano: non si può finisce di scoprire ciò che una forza della natura sta pensando o di esplorare il motivo per cui fa ciò che fa. Rucka cercherà di presentare una versione del Punitore più convincente che qualsiasi altro scrittore abbia mai dato. Chissà se riuscirà a superare il confronto con la recente run di Garth Ennis, sul personaggio.

Stay Tuned Comics Possessed

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui