Attenzione Agli Spoiler!

Attenzione Agli Spoiler!

Attenzione Agli Spoiler!


I lettori più attenti avranno notato che la Marvel ha iniziato un countdown che porterà alla rivelazione più attesa dell’anno. Gli spoiler di Flashpoint o del rilancio DC, quasi impallidiscono a quanto sta per accadere.

Nel numero #4 di “Ultimate Fallout“, semplicemente, un ragazzo si unisce alla lotta tra criminali e supereroi con un costume da Uomo Ragno. Poco dopo si apparta per riprendere fiato e levandosi la maschera si scopre qualcosa di unico nella storia di Spider-Man. USA Today infatti rivela che sotto il cappuccio dell’arrampicamuri si cela un ragazzo di colore, di origini ispaniche.

Sinceramente è qualcosa di unico nella storia di questo personaggio, icona del fumetto. Solo Paul Jenkins in una storia apparsa su L’Uomo Ragno della Panini Comics (una menzione d’onore a chi ritrova quella storia), aveva azzardato tanto.

I commenti di Axel Alonso e dello scrittore Brian Michael Bendis sono stati positivi, e da segnalare c’è il fatto che le tavole saranno disegnate dalla disegnatrice italiana Sara Pichelli.

Penso che il tema di fondo “Da un grande potere derivano grandi responsabilità” rimarrà inalterato. E’ questo che muove l’Uomo Ragno, chi indossi il costume non fa differenza.

Stay Tuned Comics Possessed

(soluzione: L’Uomo Ragno #341 Nuova serie #69)

telegra_promo_mangaforever_2

3 Commenti

  1. La storia a cui si riferisce il Torchio è Gli eroi non piangono pubblicata in originale su Peter Parker: Spiderman (Volume 2) numero 35 e in italiano su L’Uomo Rago 341 nuova serie 69.
    Chissà se questa blaxploitation porterà a qualcosa di buono…

  2. E’ vero sono andato a ripescarmi quella storia da L’UOMO RAGNO. Grande Paul Jenkins! e grande Bendis per le novità di Ultimate Spider-Man.

    Il contest era facile…al fondo dell’articolo in bianco c’era la soluzione…

  3. Anche Miguel O’Hara, Spider-Man 2099, era mezzo Ispanico.
    Comunque mi sembra una mossa per accontentare anche una fetta di Americani tenuta sempre in disparte.
    In ogni caso poco importa il colore della pelle e la nazionalità, quello che conta è la bontà delle storie.
    Intantoil personaggio è già stato snaturato, a mio vedere, troppo.
    Non bastava lo scempio fatto nell’Universo Marvel Classico, dovevano per forza fare qualche cosa anche in quello Ultimate.
    Invece di scrivere belle storie con testi e trame interessanti, come sempre la Marvel si è affidata al colpo di scena ed alla morte di un eroe.
    Cosa che ormai accade praticamente ogni mese.
    Almeno ai disegni c’è Sara Pichelli che, oltre ad essere Italiana, diventa ogni momento sempre più brava.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui