L’organizzazione Broadcasting Ethics and Program Improvement ha annunciato di aver ricevuto diversi reclami da parte di spettatori televisivi giapponesi, che denuncerebbero programmi “poco appropriati” per il pubblico.

Sono oltre 1,557 i reclami e le lamentele che BPO (organizzazione non governativa giapponese che si occupa di migliorare la qualità delle trasmissioni e promuovere standard etici più elevati) avrebbe ricevuto nel mese di novembre da parte di spettatori, che avrebbero ritenuto alcune scene trasmesse dalle tv giapponesi eticamente “poco adatte” per il pubblico.

I reclami provengono per il 65% da uomini e per il 34% da donne, per lo più sulla quarantina. Tra questi, il messaggio che ha suscitato maggior eco è il seguente:

Durante l’episodio di un anime andato in onda in tarda serata, sono stati mostrati più e più volte i genitali di un giovane ragazzo dell’età di uno studente di scuola elementare superiore… Non è qualcosa che supera i limiti di una società civile (e della decenza)?

Sebbene la lamentela non specifichi l’anime a cui fa riferimento, è probabile si tratti di JoJo’s Bizarre Adventure: Diamond is Unbreakable, e più specificatamente dell’episodio numero 34!

Andata in onda a novembre, la puntata ha mostrato per diverse volte il personaggio dell’undicenne Hayato Kawajiri completamente nudo. Potete guardare la parte incriminata di seguito in versione censurata, oppure QUI in versione integrale.

adesa

Questa non è la prima volta che la BPO condivide le lamentele dei giapponesi nei confronti di anime e videogames. Ad agosto fu il turno di Pokémon Go, ma prima di lui Detective ConanMr. Osomatsu e Mobile Suit Gundam: Iron-Blooded Orphans, tutti attaccati per aver avuto episodi eccessivamente violenti, oppure erotici!

Voi cosa ne pensate? Dovrebbe essere imposto un limite a quanto mostrato in televisione? Ditecelo nei commenti!

Fonte: Anime News Network

telegra_promo_mangaforever_2