Negli ultimi tempi, il wrestling femminile ha offerto molte emozioni e match di grande calibro sia nei Pay-Per-View che negli show settimanali.

Secondo vari report che giungono da molti siti web dedicati al mondo del wrestling, come Wrestling Observer, WrestlingInc e Cageside Seats, la WWE avrebbe licenziato un rilevante membro del team creativo, di nome Tom Casiello. Casiello, oltre a supervisionare i writing teams di Raw e SmackDown LIVE, sarebbe stato uno dei più forti sostenitori della sezione femminile e sarebbe stato il leader che avrebbe permesso il grande push (verificatosi negli ultimi tempi) delle donne in WWE.

Non a caso dal 2015 al 2016 si è messa in moto la “Divas Revolution” e non a caso, a WrestleMania 32 (Aprile 2016) il titolo femminile, prima riconosciuto come “WWE Divas Championship“, è stato ristrutturato e rinominato in “WWE Women’s Championship“, ad esaltare l’uguaglianza del wrestling femminile con quello maschile e non semplicemente considerarlo una pausa bagno.

Inoltre, ricorderete sicuramente l’ultima edizione di Hell in a Cell svoltasi ad Ottobre 2016, nella quale Sasha Banks e Charlotte Flair si sono sfidate per la prima volta nella storia della WWE, in un Hell in a Cell match valido per il WWE Raw Women’s Championship (vinto da Charlotte). E bene, sempre secondo i report, Vince McMahon fino all’ultimo avrebbe lottato per non permettere che questa stipulazione diventasse realtà.

Questo licenziamento potrebbe di nuovo condurre il wrestling femminile ai vecchi segmenti poco interessanti, e a match di breve durata costruiti con altrettante poche emozioni?

Fonti: bleedingcool.com – wrestlinginc.com – cagesideseats.com

 

 

telegra_promo_mangaforever_2