Le tematiche LGBT sono sempre più fondamentali e al centro delle storie dei comics supereroistici americani.

Cresce sempre di più il numero di personaggi gay all’interno dei fumetti e gli autori cercano di dedicare sempre maggiore attenzione alle loro story-line. Basti ricordare le coppie Wiccan – Hulkling e Northstar – Kyle Jinadu della Marvel o Batwoman – Maggy Sawyer e Midnighter – Apollo per la DC Comics. Questo comporta che anche le trasposizioni cinematografiche e televisive dei vari super-eroi cerchino di affrontare l’argomento. All’interno delle serie televisive DC Comics diversi sono i personaggi gay come Curtis Holt, White Canary e Nyssa al Ghul. Di recente anche nella serie televisiva Supergirl sono stati aggiunti due personaggi omosessuali.

Nella serie televisiva Supergirl è stata infatti portata avanti dall’inizio della seconda stagione una importante storyline dedicata al personaggio di Alex Danvers la sorella di Kara (Supergirl). Alex ha infatti di recente capito di essere gay, grazie all’agente di polizia Maggie Sawyer la quale è a sua volta gay.

Il personaggio della Sawyer proviene direttamente dai comics ed è apparsa per la prima volta nel 1987 in Superman Vol. 2 #4. Maggie è uno dei primi personaggi gay nella storia dei comics supereroistici, anche se all’epoca, come era capitato per Northstar, non era esplicitamente detto che fosse gay ma solo lasciato intendere che lo fosse. L’importanza del personaggio è cresciuta sempre di più al punto da portarla a diventare l’interesse amoroso di un’altro decisivo personaggio gay della DC Comics ovvero Batwoman con la quale è stata fidanzata e nel 2013 le due stavano anche per sposarsi.

I personaggi infatti sono stati anche al centro di uno scandalo legato al fatto che il team creativo di Batwoman, J. H. Williams III e W. Haden Blackman lasciò la testata per divergenze creative con la casa editrice. La DC Comics infatti tra il 2013 e 14 non voleva che i due personaggi, Maggie e Batwoman, si sposassero, non per motivi legati al matrimonio gay bensì al fatto secondo la politica DC nessun tipo di matrimonio sarebbe stato permesso all’interno dei loro fumetti. Questa politica sembra cambiata nella recente era Rebirth.

batwoman

Maggie Sawyer ha dunque avuto ancora una volta un ruolo caratterizzante all’interno delle tematiche LGBT in Supergirl, portando Alex a fare coming-out.

Tornando al telefilm la scoperta ha portato Alex a soffrire molto per alcuni episodi al pensiero di fare coming-out con i suoi amici ed in particolare con la sua famiglia.

Alex riesce a trovare il coraggio di parlare con Kara la quale si scusa per non aver creato un ambiente adatto alla sorella per sentirsi libera di comprenderlo e rivelarglielo prima. Alex confessa anche a sua madre di essere gay la quale le dice che lei non è diversa perché è gay bensì perché è eccezionale e che la amerà comunque per quello che è, sempre.

Alex si accetta definitivamente per ciò che è e ciò che prova e Maggie, che inizialmente l’aveva rifiutata, si rende conto di aver sbagliato e di essere anche lei innamorata dell’agente arrivando finalmente a baciarsi.

supergirl (7)

 

L’importanza di questo story-arc e della cura da parte degli sceneggiatori nella crescita del personaggio e della sua auto-comprensione ha portato ad un’importante incontro all’interno di una fumetteria a Fort in Indiana tra la commessa Mary e una giovane ragazzina.

Mary ha riportato tramite una serie di Tweet quello che lei definisce il momento più grande che abbia mai vissuto da quando lavora nella fumetteria.

Il 3 Dicembre una ragazzina è entrata nel negozio visivamente spaventata. La teeneger ha iniziato a cercare qualcosa nel reparto nuove uscite ma era totalmente spaesata. La commessa a quel punto ha chiesto cosa stesse cercando e se la potesse aiutare, la ragazzina ha ammesso di volere i fumetti di Supergirl.

Mary ha immediatamente chiesto alla ragazza se anche lei guardasse lo show della CW. La giovane sorridendo ha ammesso che si guarda lo show e Alex è il suo personaggio preferito. Mary a quel punto ha dichiarato di essere una fan della ship (coppia) #Sanvers (ovvero la coppia Alex Danvers e Meggie Sawyer), dopo queste parole però la ragazzina è scoppiata in lacrime. La commessa ha compreso così che si trovava davanti ad una teenager gay che doveva avere dei seri problemi nell’accettare se stessa.

Mary a quel punto le ha raccontato la sua esperienza e e la ragazzina le ha confessato di quanto fosse stata colpita dal coming out di Alex. Per molto tempo la ragazza aveva sofferto di depressione al punto tale da volersi anche togliere la vita. Soltanto la story-line di Alex e il modo in cui è stata portata avanti le ha fatto realizzare che anche lei poteva essere felice e amata per ciò che era.

Non voleva più morire grazie ad Alex. Era venuta al negozio nella speranza di trovare qualcosa che la aiutasse a chiarirsi ulteriormente per non ricadere in depressione. Non sapeva dell’esistenza dei personaggi gay nei fumetti ma voleva provare a leggerli. Mary le ha così suggerito personaggi come Batwoman, Midnighter e Renee Montoya.

La ragazzina aveva i soldi solo per acquistare un fumetto, Batwoman, Mary commossa dalla situazione ha comprato lei stessa gli altri fumetti, facendole promettere che entro 10 anni avrebbe anche lei aiutato un’altra ragazzina.

Mary conclude la sua carrellata di tweet ringraziando la CW e lo Staff di Supergirl per il loro lavoro e per come hanno portato avanti la story-line.

L’evoluzione dunque dello story-arc dedicata a Maggie e Alex ha aiutato questa ragazzina ad affrontare un periodo di confusione e difficoltà nella sua vita, un periodo che l’ha portata anche da voler tentare il suicidio. I fumetti come i film o le serie tv hanno sempre di più una forza e una responsabilità nel modo in cui si rapportano a certi argomenti e questo riportato da Mary è solo uno dei tanti esempi di cui si è avuto la fortuna di venire a conoscenza.

Anche le due protagoniste della ship sono venute a conoscenza dell’avvenimento e hanno a loro volta ringraziato  Mary con un tweet, Floriana Lima, e un messaggio Chyler Leigh. L’interprete di Alex in particolare si sente fiera dell’impatto che Supergirl sta avendo e soprattutto ringrazia Mary per essere stata un esempio per quella ragazzina.

chyler leigh

Questa storia insegna l’importanza non solo di raccontare ogni sfaccettatura dell’essere umano dunque anche le tematiche LGBT all’interno dei media che più ci appassionano ma soprattutto il valore che ha il modo in cui esse vengano portate sullo schermo o sulla carta, l’impatto che queste storie possono avere, come è stato messo in luce da questa storia, è realmente significativo. Per quanto riguarda in particolare Supergirl, Maggie è un personaggio che proviene dai fumetti e la sua sessualità non è stata cambiata. Se così non fosse stato non ci sarebbero comunque state rilevanti differenze: che in una trasposizione televisiva o cinematografica venga cambiato l’orientamento sessuale di un personaggio non dovrebbe oramai far più scalpore. Chi legge i fumetti, in particolare quelli sui super-eroi, sa che esistono infinite realtà alternative dove, molto spesso, i personaggi che siamo abituati ad amare vengono stravolti quasi totalmente, che sia un cambio di sesso o di orientamento sessuale o che sia la mancanza o meno di un potete. Le serie tv, i film o i cartoni animati non sono altro che mondi paralleli. I cambiamenti, qualsiasi che essi siano, hanno il loro valore finché siano coerenti alla storia che si desidera raccontare.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui