In una recente intervista a Collider, il regista Sanders ha parlato di eventuali sequel per il film, tornando sulla polemica della scelta che da tempo accompagna la scelta del cast.

Tra qualche mese, i fan potranno vedere un altro adattamento cinematografico di un manga: Ghost in The Shell, con protagonista Scarlett Johansson, sbarcherà su grande schermo pronto ad entusiasmare il pubblico.

La scelta dell’attrice è stata però accompagnata da parecchie polemiche: “Il mio vantaggio è stato quello di poter tranquillamente scegliere un cast internazionale, e sono assolutamente convinto delle scelte fatte” dichiara il regista Rupert Sanders, continuando poi a parlare di eventuali sequel “Concordo con Scarlett sul fatto che questa sia una storia d’origine, che porti il personaggio da qualche parte. Se al pubblico piace, perchè non continuare? Il bello è che non c’è nulla di imposto o programmato”.

Basato sull’opera di fantascienza acclamata in tutto il mondo, Ghost in the Shell racconta la storia di Major, un agente speciale, un ibrido tra cyborg e umano unico nel suo genere, che guida la task force speciale Section 9. Incaricata di fermare i più pericolosi criminali ed estremisti, la Section 9 dovrà confrontarsi con un nemico il cui obiettivo singolare è quello di annientare i progressi nel campo della cyber technology della Hanka Robotic.

Il film uscirà negli USA il 31 marzo 2017.

(via CB)

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui