Quanto guadagnano i mangaka dai film delle loro opere?

0
A svelarcelo è Hideaki Sorachi, il creatore di Gintama!

Come ogni otaku che si rispetti dovrebbe sapere, da ogni manga viene adattata una serie tv anime, e a seconda del successo che ottiene susseguono anche film e musical. Ultimamente sono apprezzatissimi i live-action, e si crede che gli autori del manga originale ne traggano un bel profitto… Ma è davvero così?

Secondo sua madre Hideaki Sorachi, il creatore di Gintama, guadagna così tanto da poter vivere nel lussuoso palazzo di Roppongi Hills; a dissipare il dubbio ci pensa però un utente giapponese di Twitter pubblicando un’immagine bonus del volume 51 di Gintama dove Sorachi spiega la triste verità sul guadagno dai film di mangaka come lui:

Indipendentemente da quanta gente veda il film, all’autore non viene dato praticamente neanche uno yen, anche perché i profitti vanno perlopiù a quelle schifose case produttrici come la Shueisha e la Sunrise, e penso sia più redditizio vendere manga un volume alla volta.

Ma la ragione principale per cui mi impegno al massimo per collaborare alla realizzazione di film è che non mi interessa vivere a Roppongi Hills, perché esiste un luogo più bello: il cuore del pubblico. E se Gintama può raggiungere il cuore degli spettatori, allora posso anche vivere in una catapecchia in collina.

In pratica, i film in genere sono il modo migliore per attirare il pubblico, dato che non tutti sono manga-dipendenti, ma a quanto sembra non sono il modo migliore per sostenere gli autori originali da un punto di vista finanziario; quindi, se vi piace l’opera di un certo mangaka e volete dargli una mano, andate a guardare il film, comprate i suoi prodotti e soprattutto a comprate il manga.

Fonte: rocketnews24

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui