Il sequel de “La Passione di Cristo” potrebbe essere ambientato all’inferno

0
Dopo aver presentato il suo nuovo film Hacksaw Ridge durante il Festival di Venezia, Mel Gibson già si prepara alla produzione del suo quinto lungometraggio.

Si intitolerà Resurrection e sarà il sequel diretto de La Passione di Cristo. E, ad aggiungere ulteriore benzina sul fuoco, potrebbe essere addirittura ambientato all’inferno.

A rivelarlo è lo stesso Mel Gibson, regista premio Oscar nel ’96 per Braveheart, che durante un’intervista con Stephen Colbert al Late Show ha dichiarato: “Il film è un progetto davvero imponente, ed è probabile che ci vorranno ancora tre anni per realizzarlo.”

Sulla trama di Resurrection:

“È più che un singolo evento, è un evento incredibile. La storia è incentrata su ciò che circonda quell’evento, sull’impatto che quell’evento ha avuto, e lo scopo del film è valorizzarne il significato. La pellicola non si limiterà a narrare cronologicamente quell’evento, sarebbe noioso, e beh potreste pensare ‘ne ho già sentito parlare’. Ma cosa è successo a Gesù in quei tre giorni?”

Parlando degli antagonisti del film:

“I cattivi non si trovano sulla Terra, ma vivono in un altro regno. E di sicuro andremo a casa loro. La cosa che più mi affascina è pensare a cosa accadde a Gesù in quei tre giorni. Io non lo so, nessuno può saperlo, ma vale la pena rifletterci. E faremo viaggiare la nostra immaginazione.”

 

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui