I 14 Migliori Anime di Sunrise

6
Proseguiamo l’appuntamento con le principali case di animazione. Questa volta il protagonista principale è uno studio che ha dato vita a capolavori conosciuti in tutto il mondo. Alcuni di questi contano centinaia di episodi la cui programmazione continua ancora oggi.

Fondato nel 1972 lo studio Sunrise ha avuto una storia particolare. I soci fondatori si sono uniti a seguito del fallimento di un’importante studio di animazione nel quale lavoravano.

Superati gli anni iniziali di difficoltà, sono arrivati riconoscimenti rilevanti. In poco tempo diventò la casa principale per le serie robotiche, solo in un secondo momento si diversificò andando a coprire generi diversi.

Tra i numerosi prodotti di successo creati dagli artisti della Sunrise, una menzione particolare meritano le numerose serie di Mobile Suit Gundam. Anno dopo anno hanno saputo coinvolgere e attrarre un pubblico sempre maggiore.

1

14 – Accel World

Accel World
Accel World

Un piccolo, grasso, insicuro, asociale e timido ragazzo scopre l’esistenza del mondo accelerato, un universo nel quale, vestendo i panni di potenti avatar robotici, è possibile dare vita a combattimenti avvincenti. Continuare a vincere uno scontro dietro l’altro è la sua occasione per riscattarsi da una realtà che non lo soddisfa. Tuttavia non è solo questo.

La senpai che lo ha introdotto a questo mondo è qualcosa di più che una persona verso cui essere grata. Il nostro eroe sente il desiderio di proteggerla dai nemici. Dalla stessa penna che ha scritto SAO, Accel World è una serie che sa coinvolgere e divertire. A torto sottovalutata da molti.

13 – Love live!

Love Live
Love Live

Let’s Rock. Quale modo migliore per fare soldi in fretta se non diventare idol in grado di emozionare e far palpitare i cuori, e non solo, di migliai di fan. Un gruppo di ragazze si immola, dando anima e corpo a questo difficile lavoro, per salvare la scuola che amano.

Nel progetto idol le canzoni sono alla base di tutto, particolare cura è dedicato a questo aspetto. Con questa serie la Sunrise ha provato ad osare, prodotti simili non erano il loro cavallo di battaglia.

La scommessa ha, però, dato i suoi frutti e Love Live ha conquistato un successo enorme e, forse, inaspettato.

6 Commenti

  1. La Sunrise negli ultimi anni si è abbastanza deteriorata. Serie Mecha quasi tutte indistinguibili e con lo stesso modus operandi da circa 30 anni, lo stesso Gundam da Wing è una parodia di se stesso, qualche titolo carino come Seed e Turn A, ma niente de che. Paradossalmente la migliore serie Gundam in due decenni è davvero una parodia che trolla se stessa Build Fighters.
    Cross Ange prima di Gundam seriously, bello concept ma per il resto e il delirio giunto da questa casa… oh be meglio di Valvrare sicuramente.
    Code Geass caruccio ma è pieno di fregnaccie nel secondo atto, un pò troppo sopravvalutato.
    Inuyasha, buono l’inizio ma diventa due marroni con l’avanzare e 3/4 di filler.
    Gintama, ha i suoi momenti, ma troppa comicità jappa per i miei gusti.
    Love Live è il loro attuale maggior successo del momento, e quindi immagino l’andazzo.

    Comunque manca Senjou Horizon, l’unico loro anime recente che davvero lo trovato interessante, peccato mozzo e senza un sequel.

    • La light novel da cui è tratto Senjou no Horizon se non sbaglio è ancora in corso.
      Secondo me si può sperare in una terza stagione, quanto meno per avere una pseudo conclusione.

      Per il resto sono d’accordo. La Sunrise ha voluto mantenersi sulla scia degli anime Mecha, suo punto di forza quando è nata, ma non sempre ci è riuscita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui