La serie dedicata a Wanda Maximoff è fra le più interessanti e promettenti del nuovo corso Marvel, James Robinson, autore della serie, racconta quale sia il motivo dietro questa nuova testata dedicata a Scarlet Witch.

Da sempre le avventure di Scarlet Wtich sono state legate ai suoi rapporti con gli altri personaggi del Marvel Universe, Suo fratello Pietro Maximoff, suo padre (adottivo) Magneto, suo marito Visione o il suo legame con gli Avengers e gli X-Men.

James Robinson insieme ad un roster di artisti e specialmente artiste incredibili sta cambiando questo status quo, portando avanti una serie in cui Wanda è alla sua ricerca di sé stessa. Una testata che anche nei momenti in cui è più legata al resto degli avvenimenti dell’Universo Marvel, il suo tie-in con Civil War, resta comunque personale e intima.

La serie vede Wanda iniziare un viaggio attraverso il mondo alla ricerca della verità su cosa stia accadendo alla stregoneria e durante questa missione comporrà pezzo dopo pezzo il puzzle che la porterà alla verità sulle sue origini.

Queste le parole del creatore, James Robinson

La serie è nata dal mio desiderio di voler fare un fumetto su Wanda. Ero convinto che avendo fatto parte dei film degli Avengers, le persone avrebbero risposto bene ad una serie dedicata esclusivamente a lei.

La serie non è particolarmente legata al resto dei personaggi del Marvel Universo o alla sua continuity.

Ho cercato di far riferimento al passato di Scarlet. Ma in molte storie di Wanda sembrava che la sua personalità fosse determinata solo dal suo passato. Non aveva un viaggio personale. È la figlia di Magneto, la sorella di Quicksilver, è stata sposata con Visione ed è un Avengers. Se chiedi ai fan qual è la personalità di Tony Stark o She-Hulk non hanno bisogno di raccontarti frammenti del passato per spiegartela gli basta dirtela. Ho pensato che anche Wanda meritasse questo tipo di trattamento.

La serie è leggibile anche per chi non conosce tutta la continuity dell’universo Marvel ed in particolare di Wanda.

Volevo creare un fumetto che fosse leggibile anche per i nuovi lettori. Ho lavorato a fumetti in cui le storie fossero legate con il resto della continuity. Ora con Scarlet Witch sto facendo un lavoro differente. Posso dare, ad esempio, il numero #10 della serie, che è ambientato in Giappone, a chiunque e può essere letto e capito tranquillamente. Molti numeri della serie sono fatti con questo tipo di ragionamento. Puoi goderteli senza bisogno di conoscere tutti gli aspetti del passato di Scarlet.

Le origini di Wanda hanno rappresentato la storia di sfondo per tutta la serie, talvolta erano in primo piano talvolta sullo sfondo, ora con i numeri da 11#14 verrà spiegato il lignaggio di Scarlet Witch che darà senso a tutto quello che è accaduto fino ad ora.

 Solo ora con Scarlet Witch numeri #11 – 14 abbiamo delle storyline in più parti e anche in questo caso sono riuscito a trovare dei punti di rottura per ogni numero per far si che potesse cambiare l’artista.

Alla serie hanno lavorato molti nomi femminili dell’industria del fumetto.

Volevo portare più talenti femminili possibili sulla serie. La testata era editata da Emily Shaw e ora da Christina Harrington e insieme abbiamo cercato di includere più creatrici possibili a bordo.

Con Scarlet Witch puoi divertirti a vedere artisti che normalmente non ti aspetteresti di vedere su un fumetto Marvel. Abbiamo avuto, Joelle Jones, Tula Lotay e tanti altri artisti differenti. È stato eccitante poter far ciò.

Scarlet Witch vanta inoltre una serie di cover molto evocative realizzate da David Aja, che completano perfettamente un fumetto davvero meritevole.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui