Una triste pagina di cronaca nera si abbatte su Breaking Bad.

Stefano Brizzi, un italiano cinquantenne (che vive da diverso tempo a Londra), fanatico della famosa serie televisiva pluripremiata Breaking Bad, si sarebbe macchiato di omicidio ammazzando un ufficiale di polizia londinese di 59 anni. Questa è l’accusa del tribunale londinese.

Il presunto killer avrebbe approfittato di un appuntamento programmato tramite un social network per omosessuali e nel “momento di fuoco”, avrebbe strangolato la vittima per poi dissolvere nell’acido il corpo, emulando la pratica omicida più volte eseguita in Breaking Bad.

Il tragico evento si sarebbe svolto il 1° Aprile 2016 e durante i giorni successivi alla morte di Gordon Semple – questo il nome della vittima – i vicini di Brizzi hanno cominciato a percepire un odore sgradevole e perciò Brizzi ha dichiarato che stava preparando qualcosa di speciale per un suo amico. Tuttavia, dopo un sopralluogo da parte della polizia il 7 Aprile, lo stesso presunto killer avrebbe subito confessato con mutande e occhiali da sole, di aver provato a dissolvere il corpo di un uomo e che glielo aveva ordinato Satana.

In tribunale è venuto fuori che Brizzi era un fanatico della serie Breaking Bad dalla quale aveva preso ispirazione per disfarsi del corpo della vittima, infatti la polizia ha trovato resti del corpo.

Il presunto killer tuttavia, da tempo assumeva sistematicamente droghe e questo, oltre a conferirgli una pessima carriera lavorativa, lo aveva portato nel sentiero dell’infermità mentale tanto che, come scritto poc’anzi, credeva nell’esistenza del Demonio, e partecipava a rituali satanici e a pratiche sadomasochistiche.

Fonte: telegraph.co.uk

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui