Dopo mesi di speculazioni da parte dei fan, lo scrittore di Batman si lascia scappare alcuni indizi sulle cose da tenere d’occhio.

Dopo l’uscita a maggio di DC Universe: Rebirth sono state tantissime le ipotesi che si sono diffuse in rete circa le connessioni tra il nuovo (nuovissimo, forse vecchissimo) universo DC e i personaggi del capolavoro di Alan Moore Watchmen. Di fatto tutti gli autori e i membri dell’esecutivo DC hanno evitato di ammettere queste connessioni, ma anche di smentirle.

Ora Tom King (Grayson), attuale scrittore di Batman, si lascia andare a una dichiarazione e dice che, a proposito dell’apparente uso dei personaggi di Watchmen in DC Universe: Rebirth.

[…] comincia in Batman #9.  È lì che colpirà. Questa è una nuova continuity perciò molte cose che stanno accadendo su Batman avranno ripercussioni su tutto l’universo. Sta già accadendo e voi non lo avete notato. Per esempio, hanno già annunciato Suicide Squad vs the JLA – che nasce da quello che abbiamo fatto su Batman.

Ha poi aggiunto:

È un piano a lungo termine, perciò tirerà per le lunghe il nuovo story arc “I Am Suicide”. Quindi in Batman #9 vedrete i primi indizi di come la trama di Watchmen verrà messa in scena attraverso l’universo di Batman.

Stando alle dichiarazioni di diverse persone coinvolte nel rilancio, pare che questo piano a lungo termine sia ripartito lungo un programma di 2 anni, quindi ci sarà da attendere ancora un po’ prima che gli indizi diventino più corposi, sebbene lo stesso King abbia precedentemente dichiarato che molte cose apparentemente prive di senso che avvengono sullo sfondo delle storie diventeranno chiare. Il che potrebbe suggerire di tenere d’occhio l’insolito uso dello Psico-Pirata (uno dei personaggi cardine di Crisis on Infinite Earths) nelle attuali trame di Batman.

Fonte: Comicbook.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui