Civil War II sta scuotendo le fondamenta dell’universo Marvel e l’ultima visione dell’Inumano Ulisse presagisce la Morte di uno degli Eroi più famosi della Casa delle Idee.

Civil War II di Brian Michael Bendis e David Marquez ha un nome che pesa molto sulle sue spalle. Essere il seguito di uno crossover tra i più famosi e amati degli ultimi anni non è facile. La prima Civil War ha sconvolto talmente tanto l’universo Marvel che le sue conseguenze in un modo o nell’altro si risentono ancora ora.

Una saga talmente importante, un nome talmente forte da portare i Marvel Studios a decidere di dare questo titolo al terzo capitolo delle avventure cinematografiche di Captain America.

Civil War II appare in un certo senso una lotta di quartiere rispetto alla prima, questo perché sono coinvolte molte meno testate e molti meno eroi. Ma la sua portata è globale, più di  quanto si possa pensare.

Il presupposto è semplice se avessimo il potere di sapere che un crimine sta per avvenire e quindi di poterlo fermare prima che esso avvenga, di arrestare un criminale prima che commetta un omicidio lo faremmo?

Probabilmente la risposta sarebbe positiva. E quando si tratta di fermare persone comuni? Buone o addirittura amici prima che commettano un crimine? La risposta sarebbe certamente più difficile da dare, saremmo capaci di credere a prescindere che un ragazzo, un eroe è pronto ad uccidere una leggenda vivente solo perché una visione ha detto che accadrà?

Civil War II sembra un Minority Report in salsa Marvel, in realtà è molto di più.

Al centro degli eventi il nuovo Inumano Ulisse il cui potere è di vedere nel futuro. Gli eroi sono divisi in due schieramenti da un lato Tony Stark e dall’altro Carol Danvers.

Il primo convinto che il potere di Ulisse non sia accurato al 100% e che in ogni caso non sia giusto arrestare qualcuno prima che commetta un crimine, e la seconda, Carol, convinta che se è possibile bisogna sempre fermare una catastrofe prima che avvenga.

Captain Marvel(Carol) è certa che il suo modo di agire sia giusto anche per via dei ruoli che al momento ricopre all’interno dell’universo Marvel come capo della stazione spaziale Alpha Flight che ha il compito di proteggere la terra da attacchi extraterrestri e come membro degli Ultimates un gruppo di eroi che si è posto l’obbiettivo di risolvere i problemi prima che essi avvengano.

La guerra ha già portato diverse morti come quella di War Machine e Bruce Banner, Hulk., Perdite che hanno complicato ancora di più i rapporti tra i due schieramenti facendo nascere nuovi risentimenti in particolare tra Tony e Carol.

L’ultimo numero della saga ideata da Bandis vede gli eroi lottare tra di loro in una guerra che mette amico contro amico, finché il potere di Ulisse non si espande a tal punto da permettere a tutti di vedere la sua ultima visione: Captain America senza vita con il petto perforato da un palo, il suo scudo in pezzi ai suoi piedi e Spider-Man, Miles Morales che giganteggia su di lui con i pugni chiusi.

Una scena violenta, il volto del giovane Spider-Man seppur mascherato grazie ai disegni di Marquez trasmette sicurezza per l’azione compiuta.

Civil War II 5 captain america death

Determinante per comprendere il livello di cieca convinzione di Carol è la tavola finale del fumetto, Civil War II #5, Captain Marvel dichiara il giovane Miles in arresto, per un omicidio che non ha commesso e che di certo non vorrebbe mai commettere. Quali saranno le implicazioni di questo numero lo scopriremo nella sesta parte della saga.

Civil War II #5 (1)

Il tutto si inserisce all’interno di un contesto decisamente più grande e complicato. Il giovane eroe insieme ai suoi compagni Ms. Marvel e Nova è stanco e deluso dai vecchi eroi, malcontento che si è manifestato sempre di più durante gli avvenimenti di Civil War e che porterà i tre eroi a costituire i Champions, di cui vi abbiamo parlato qui.

Nick Spencer nella serie dedicata a Steve Rogers ci ha rivelato il più terribile segreto di Captain America, Steve è in realtà un agente dell’Hydra. Vi abbiamo parlato proprio di recente delle implicazioni della fedeltà di Steve Rogers all’organizzazione terroristica all’interno di Civil War II.

Che il giovane eroe scopra la verità che si cela dietro Steve Rogers? Quali saranno le implicazioni di questa visione? Sappiamo oramai che il potere di Ulisse non è sempre accurato e anzi sembra quasi manipolabile.

Come reagirà il nuovo Steve, che si è dimostrato pronto a pagare ogni sorta di prezzo pur di andare avanti, alla visione del suo corpo trafitto e di Miles su di lui? Arriverebbe ad uccidere il giovane?

Se analizziamo bene la scena ci rendiamo conto che forse Bendis e Marquez ci hanno dato qualche indizio su come funziona l’istinto di Cap in questo periodo e su come ha reagito alla visione della sua morte. Nella vignetta infatti si vede il pugno chiuso di Steve che si contrappone al lato destro della vignetta dove Pantera Nera e Captain Marvel hanno una espressione sconvolta.

Civil War II cap angry

Durante il NYCC la Marvel ha promesso che sia in Civil War che sulla testata scritta da Spencer dedicata a Steve vedremo come il Capitano reagirà a questa sconvolgente scoperta sul suo possibile futuro.

Aspettiamo i prossimi numeri di Civil War II, Captain America: Steve Rogers Spider-Man per vedere se questa visione si trasformerà in realtà.

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui