Un’intervista svela nuovi dettagli sul gioco

Poco tempo fa Namco Bandai aveva annunciato ufficialmente che il titolo “Digimon World: Next Order” sarebbe sbarcato anche in territori occidentali, Italia compresa.

Sebbene non fossero state fornite molte informazioni a riguardo, il produttore del gioco Kazumasa Habu si è sbottonato un pò di più in una recente intervista concessa allo staff di Gematsu. Vediamo assieme i contenuti dell’intervista.

L’intervista inizia con una breve panoramica del gioco, che spiega in cosa consiste il gioco e come questo si rapporta con gli altri capitoli della serie. Per chi non sapesse nulla su “Digimon World Next Order”, lascio le parole esplicite di Habu a riguardo.

Gematsu: Per iniziare, potresti darmi una panoramica generale del gioco?

Habu: Esistono un sacco di titoli ispirati al franchise “Digimon”, ma questo nello specifico fa parte della serie “Digimon World”. La serie “Digimon World” vide il suo esordio nel lontano 1999, quindi va avanti da ben 18 anni, ed è stata amata da tanti giocatori in tutto il mondo. Il gioco ruota attorno all’allevamento dei propri Digimon, caratteristica principale della serie “Digimon World”.

Queste creature digitali nel corso della loro vita crescono come gli esseri umani, e come questi ultimi, prima o poi muoiono. Non sono immortali, ma anche loro muoiono di vecchiaia. Nel breve periodo della loro vita, il giocatore dovrà pianificare come far crescere il proprio digimon, accudendoli, dandogli da mangiare e facendoli combattere.

Se il giocatore farà crescere in modo corretto il proprio partner, tra lui e quest’ultimo si creerà un legame sano e ben saldo. In questo modo si otterrà la fiducia del proprio digimon, che obbedirà ai nostri ordini. Ma se il giocatore non cresce il proprio partner in modo corretto, potrebbero disubbidire agli ordini e fare altre cose di questo genere. Dipende tutto da come si cresce il proprio digimon. Il gioco si incentra tutto su questo.

Nell’intervista Habu approfondisce spesso il concetto di “morte” del digimon all’interno del gioco. In pratica i digimon hanno una determinata aspettativa di vita, quindi prima o poi muoiono, sia che li si abbia allevati in modo corretto o in modo scorretto.

Ma se il nostro partner viene allevato in modo scorretto questa aspettativa di vita si accorcia notevolmente, e di conseguenza morirà prima del previsto. Il produttore ha assicurato che nell’arco della storia principale il giocatore alleverà almeno due digimon diversi, quindi la loro aspettativa di vita non ci permetterà di allevare una creatura digitale dall’inizio del gioco fino alla sua fine.

Habu ha anche parlato dei contenuti esclusivi presenti nella versione occidentale di “Next Order”. Vediamo le sua parole testuali a riguardo:

Gematsu: Puoi dirci qualcosa riguardo i contenuti rivisti appositamente per la versione occidentale per Ps4 del gioco?

Habu: Ovviamente, visto che il gioco è stato portato su Ps4, avrà una grafica migliorata rispetto alla versione giapponese uscita su Ps Vita. Abbiamo anche modificato il bilanciamento del gioco in modo che sia più difficile da completare.

Abbiamo anche aggiunto più Digimon e più missioni rispetto alla versione giapponese, e, anche se non posso dire le cifre precise, abbiamo aggiunto parecchia roba su entrambi i versanti.

La versione occidentale di “Next Order” è un porting su Ps4 della versione giapponese del gioco che in origine era stata sviluppata su Ps Vita. Quindi avrà ovviamente una grafica migliorata. In più, visto le critiche mosse alla versione giapponese del gioco che era stata ritenuta troppo facile, gli sviluppatori hanno deciso di rendere la versione occidentale del gioco più difficile.

Tra le altre aggiunte ricordiamo anche la presenza del dual audio, quindi il giocatore potrà scegliere se godersi il gioco col doppiaggio inglese oppure con quello giapponese, e contenuti creati appositamente per la versione Ps4 del gioco.

Habu ha poi specificato cosa differenzia questo nuovo titolo della serie “Digimon World” dai suoi predecessori. Vediamo cosa ha detto a riguardo:

Gematsu: Cosa differenzia “Digimon World: Next Order” dai precedenti titoli della serie, ossia “Digimon World Re Digitize” e “Digimon World Re Digitize Decode”?

Habu: La caratteristica principale che differenzia questo titolo dagli altri della serie è la possibilità di viaggiare nel mondo digitale in compagnia di due digimon contemporaneamente invece che uno soltanto. E siccome puoi portare con te due digimon contemporaneamente, se uno dei due è in difficoltà in battaglia, potrà farsi aiutare dall’altro.

Inoltre a causa di questa caratteristica sono disponibili features che negli altri giochi non sono presenti per ovvi motivi, come il sistema “ExE Evolution” che permette ai due digimon di fondersi mentre sono in battaglia per creare una nuova e più potente creatura. Anche questa è una delle caratteristiche innovative del gioco.

Gematsu: Il sistema “ExE Evolution” può essere utilizzato su qualsiasi digimon?

Habu: Si, però cambia da digimon a digimon, esattamente come il numero e il tipo di specie in cui ogni digimon può evolversi.

Il fatto di poter scegliere due partner digitali invece che uno ha quindi influenzato molto le meccaniche di gioco presenti in “Next Order”, e il gioco è stato sviluppato tutto attorno questa caratteristica in modo da poterla rendere il più efficace possibile.

Habu ha anche parlato di come il gameplay del gioco fosse abbastanza diverso da quello strutturato a turni di “Cyber Sleuth”, ed è stato spiegato che il giocatore ha un ruolo di supporto nei confronti del proprio partner.

Il giocatore potrà dare consigli in battaglia al proprio digimon, ma sarà quest’ultimo che deciderà cosa fare. Ovviamente più il rapporto tra digimon e giocatore è stretto, più la creatura asseconderà i consigli di quest’ultimo. Quindi, come accennato anche prima, è essenziale all’interno del gioco allevare il proprio digimon in modo corretto, e di conseguenza creare un rapporto di fiducia con quest’ultimo.

Si è anche parlato dei parametri attraverso cui vengono scelti i digimon da inserire nei giochi della serie, ed è spuntato fuori che nella selezione del casta di creature ha un ruolo molto importante la trama stessa del gioco, assieme alle features che lo caratterizzano.

Per esempio in “Next Order” per sviluppare al meglio il sistema caratteristico di questo gioco di fusione tra due digimon, è stato scelto di inserire soltanto dei digimon che fossero compatibili tra loro e che potessero fondersi tra loro senza creare incongruenze nel digimon finale.

Sono state, infine, molto importanti e interessanti alcune dichiarazioni fatte da Habu sullo stato della serie in Occidente e sul suo futuro. Vediamole assieme:

Gematsu: Hai detto prima che “Cyber Sleuth” ha venduto molto bene, o almeno abbastanza bene da potervi permettere di inserire il doppiaggio inglese su “Next Order”. Come avete reagito al successo della serie in occidente?

Habu: Non mi sono occupato della versione Ps Vita di “Next Order”. Io sono stato messo in carica di occuparmi soltanto della versione occidentale del gioco. Al tempo non ero sicuro di quanto fosse popolare “Cyber Sleuth” in Occidente, ed effettivamente abbiamo deciso di localizzarlo grazie ad una petizione firmata da numerosi fan. Abbiamo capito che in Occidente la serie è ancora apprezzata e abbiamo voluto assecondare questo desiderio. Teniamo molto in considerazione i nostri fan, e ci piacerebbe inoltre sapere cosa vorrebbero fosse inserito in questo nuovo gioco della serie.

Gematsu: Gli ultimi giochi della serie “Digimon” che sono arrivati da noi sono dei porting su Ps4 di titoli originariamente sviluppati su Ps Vita. State considerando l’idea di sviluppare un gioco direttamente su Ps4?

Habu: Ovviamente, ma non posso sbilanciarmi troppo a riguardo

E con questo abbiamo rivisto tutta l’intervista, che ha offerto informazioni interessanti non soltanto su “Next Order” ma anche sullo stato dei giochi della serie “Digimon” in Occidente (che sta andando molto bene) e sul suo futuro.

Per il momento è tutto. Vi ricordiamo che “Digimon World: Next Order” è atteso in Occidente nei primi mesi del 2017 su console Ps4.

Fonte: Gematsu

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui