Direttamente dalla convetion newyorkese, le prime anticipazioni sulle future storie della Superman Family direttamente dagli autori.

Si è svolto durante la notte (ora italiana) il panel del New York Comic Con 2016 dedicato a Superman e comprimari. Erano presenti gli autori di Action Comics Pat Gleason, Peter TomasiDoug Mahnke; Phil Jimenez per Superwoman; Steve Orlando scrittore di Supergirl.

Partendo proprio da Action Comics, Tomasi ha approfittato per spiegare come lui abbia sempre voluto dimostrare la sua gratitudine nei confronti dei fumetti non supereroistici della DC e quindi, con la recente scomparsa di Darwyn Cooke, ha voluto cogliere l’opportunità per rendere omaggio al suo capolavoro DC: New Frontier ambientando l’attuale run sulla Dinosaur Island.

A tal proposito Mahnke ci ha tenuto a precisare quanto abbia amato disegnare Superman che prende a pugni dei dinosauri, sebbene la parte migliore sia stata lavorare coi suoi amici Patrick Gleason e Peter Tomasi.

Più avanti vedremo comparire fra le pagine di Action Comics Frankenstein e sua moglie, nonché il primo incontro tra Jon Kent, figlio di Superman, e Damian Wayne, rampollo della famiglia del Pipistrello di Gotham, di cui Gleason e Tomasi hanno ampiamente narrato le gesta nella loro lunga run su Batman & Robin nell’era dei New 52.

Parlando invece di Superwoman, l’autore Phil Jimenez ha dichiarato che è sua intenzione affiancarsi al personaggio concentrandosi più sulla figura di Superwoman che non del suo alter ego Lana Lang, e che nel corso della serie comparirà una nuova versione di Atomic Skull.

Steve Orlando ha invece preso la parola a proposito di Supergirl, concentrandosi sulla figura del nuovo Superman Cyborg. È già stato rivelato che a vestire questa volta i panni del personaggio è il padre di Kara, Zor-El, e Orlando ne ha parlato definendolo una sorta di eroe fallito e genitore che tenta di fare la cosa giusta.

Lui sta cercando di comportarsi da genitore, ma questo tutto ciò è comunque filtrato dal fatto di essere un robot assassino dallo spazio profondo.

Sempre riguardo Supergirl, Orlando ha dichiarato che lei non si preoccupa solo delle persone che sta proteggendo, ma anche di quelle che sta combattendo, suggerendo che il Superman Cyborg potrebbe ancora fare capolino dopo la conclusione del primo ciclo di storie.

Interpellato da un fan circa la possibilità di rivedere il Superman dei New 52, Tomasi ha risposto:

Il Superman che abbiamo è il Superman che dovremmo amare.

Le storie di Superman sono pubblicate regolarmente in Italia dalla Lion RW sul mensile omonimo.

Fonte: Newsarama.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui