Saranno cinque, in questa prima settimana del mese di ottobre, gli appuntamenti con le uscite in edicola targate Sergio Bonelli Editore: si tratta di quattro albi inediti e di una ristampa.

La settimana delle uscite Bonelli si apre con l’arrivo in edicola di Dampyr numero 199, albo dal titolo de “Il Lord delle Isole”. L’appuntamento è fissato per martedì 4 ottobre. Il mensile con testi di Mauro Boselli, disegni di Michele Rubini e copertina firmata da Enea Riboldi racconta di come Angus Og, signore delle Isole, ovvero il Maestro della Notte oggi noto come Lord Marsden, intende guidare i bellicosi Pitti contro gli indeboliti Britanni. Solo Taliesin e Drustan hanno le armi adatte per opporsi ai suoi terribili guerrieri dearg-dul. Ma i non-morti minacciano anche la città di Lyonesse. Sono quelli di Mordha? E quale Maestro della Notte ha inviato la sua armata di vampiri contro Taliesin, che da solo si difende alle scogliere di Finis Terrae? Con il ritorno in campo di Ambra di Gwynedd e di suo fratello Draco, dunque, sono ben cinque i Maestri impegnati in questa vicenda ambientata all’alba dei nostri tempi. Per tacere del Dampyr…Dampyr 199

Mercoledì 5 ottobre, invece, l’appuntamento è con Adam Wild numero 25, “La fossa dei diamanti”. Il redivivo Frankie Frost ha trovato un nuovo impiego presso la più grande miniera di diamanti del Sud Africa, in qualità di cacciatore di schiavi fuggiaschi; al suo fianco cammina il fedele Fang, un infernale mastino nero. Adam Wild sta nel frattempo progettando un attacco alla miniera con gli Zulu che avevano partecipato come riservisti alla guerra tra boeri e inglesi e che ora lo hanno seguito nella sua missione di liberazione degli schiavi. Sarà tempo di scontro finale tra Adam Wild e Frankie Frost? La risposta è nell’albo mensile proposto ai lettori con soggetto e sceneggiatura di Gianfranco Manfredi, disegni di Gabriele Parma e copertina firmata da Darko Perovic.Adam Wild 25

Un ponte insanguinato, al confine tra il bene e il male, sarà il protagonista del Maxi Tex numero 20, volume annuale in arrivo nelle edicole italiane a partire da giovedì 6 ottobre con i testi di Pasquale Ruju, i disegni di Ugolino Cossu e la copertina a firma di Claudio Villa. Al centro del volume, “Il ponte della battaglia”, la storia completa e inedita di 288 pagine che racconta di come, al tempo della Guerra Civile, Blackbull Bridge fu teatro di una drammatica battaglia. Ora, invece, divide i possedimenti del maggiore Sizemore, soldato sudista che fu eroe di quello scontro, dalla pacifica comunità di Bellefolk, abitata da ex-schiavi neri. Venendo a sapere che la ferrovia passerà di lì, Sizemore lascia da parte l’onore per la cupidigia e cerca, con le buone o con le cattive, di prendersi anche le terre al di là del fiume. Però, per sua sfortuna e per buona sorte degli abitanti di Bellefolk, anche i ranger Tex e Carson sono da quelle parti, sulle tracce di un giovane delinquente di razza Cajun. Insomma, ci sono tutti gli elementi giusti per dar inizio ai fuochi d’artificio.Maxi Tex 20

Il ranger in camicia gialla, ad ogni modo, sarà protagonista anche dell’uscita successiva, Tex 672, mensile dal titolo “Per le strade di Sacramento”. Billy “Faccia d’angelo” Drexel è uno dei giovani che anni fa uccisero il criminale Alias. Puntando sulla sua leggenda, è deciso a ottenere la carica di governatore della California. Ma qualcuno trama nell’ombra e per le strade di Sacramento rischia di scatenarsi una vera e propria grandinata di piombo rovente. In uscita il 7 di ottobre, l’albo ha soggetto e sceneggiatura di Gianfranco Manfredi, disegni affidati a Ernesto Garcia Seijas e copertina firmata da Claudio Villa.Tex 672

Il 7 ottobre sarà la volta anche dell’unica ristampa proposta nella settimana in corso dalla casa editrice milanese. Si tratta di Dylan Dog GrandeRistampa, che giunge al numero 61, proposto con la copertina firmata da Corrado Roi. La collana bimestrale questa volta offre ai lettori le storie di una giovane vampira, di fotografie diaboliche e di una leggenda che rischia di morire, pubblicate a loro tempo nei numeri 181, 182 e 183 della serie regolare. La prima avventura è intitolata “Il marchio del vampiro” (Soggetto e sceneggiatura: Pasquale Ruju; disegni: Nicola Mari). «Là dove le stelle sono più vicine»: questo è il messaggio telepatico che la dolce Twilight intercetta. Ma come capire dove si incontreranno Jargo e i non-morti del suo branco? Dylan ha un’intuizione che lo condurrà a incrociare i suoi passi con quelli di Manila, una giovane seguace di Jargo, e dal loro incontro nascerà un patto di reciproca salvezza. Ma potranno le leggi del cuore imporsi sull’odio e la brama di uccidere? Leggere per conoscere la risposta. La seconda storia ha come titolo “Safarà” (Soggetto e sceneggiatura: Pasquale Ruju; disegni: Giovanni Freghieri). Neil Levine è uno di quei fotografi che si faticherebbe a definire arrivati. Ha dovuto perfino vendere la sua macchina fotografica, ed è soltanto per la gentilezza del negoziante che, oltre a un po’ di sterline, ha rimediato anche un vecchio apparecchio con cui continuare a lavorare. Tutto considerato, non è stato un cattivo affare, almeno non per lui! Anzi, si può dire che il successo sia arrivato proprio a partire dal momento in cui il fotografo ha messo piede in quel negozietto dallo strano nome., Safarà. Ma cosa succede alle povere ragazze fotografate da Levine? Sta a Dylan, naturalmente, scoprirlo, anche se la partita resta aperta, poiché il diabolico Hamelin, il padrone del Safarà, ha un asso nascosto. La terza e ultima storia si intitola “Requiem per un mostro” (Soggetto e sceneggiatura: Paola Barbato; disegni: Giampiero Casertano). Quale vuoto lascia una leggenda che muore? Una domanda tragicamente inutile se chi se la pone lo fa soltanto in termini economici. E così il Loch Ness, stretto tra gli interessi di una multinazionale coinvolta nello sfruttamento commerciale di Nessie, le strane macchinazioni dei sindaci della zona e la stupida violenza di chi vorrebbe uccidere la fantomatica creatura del lago, rischia di spegnere la sua millenaria esistenza in una lunga e malinconica agonia. O, perlomeno, questo è ciò che accadrebbe se non si aggirasse in zona un certo Dylan Dog.Dylan Dog GrandeRistampa 61

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui