Pokemon GO, un sindaco francese vuole bandire il gioco dalla sua città!

Pubblicato il 21 Agosto 2016 alle 14:00

Il sindaco di una piccola cittadina francese ha chiesto a Niantic di togliere tutti i punti focali di Pokemon GO dal territorio da lui amministrato, poichè, secondo lui, non ben accetto dai cittadini.

Sorpresa? No, ormai ci si è fatta l’abitudine: arriva a Niantic l’ennesima richiesta di rimozione di PokeStop e Palestre, stavolta però per un’intera città,  Bressolles, piccolo territorio nella Francia orientale.

Ad effettuare la richiesta è stato direttamente il sindaco Fabrice Beauvois, secondo il quale il gioco non sarebbe ben visto dai cittadini: “Quando qualcuno vuole aprire un bar o un ristorante, deve chiedere il permesso al sindaco ed ottenere l’autorizzazione dall’amministrazione, perchè si tratta di proprietà pubblica. Anche se si parla di insediamenti virtuali, la stessa cosa vale per Niantic.

Loro usano il mondo come un grande parco giochi, ma non funziona così. Devo tutelare la quiete cittadina, il gioco può creare seri problemi di dipendenza” le parole del sindaco.

Un’altra grana per Niantic, dopo i problemi di bot e le sempre più frequenti richieste di rimozione di PokeStop e Palestre. Per quanto ancora ci saranno i Pokemon a Bressolles?

 

(via CB)

Articoli Correlati

I primi annunci del 2022 di J-POP Manga hanno rivelato ben otto nuovi titoli che vedremo nel corso della prima metà dell’anno....

13/01/2022 •

13:05

A sorpresa la Marvel ha pubblicato sulla sua app Marvel Unlimited un fumetto online in sette episodi che amplia e dettaglia gli...

13/01/2022 •

11:53

Con un comunicato sui propri vari canali social Panini Comics ha dato notizia di un prossimo aumento dei prezzi, causato dalla...

13/01/2022 •

11:20