A meno di una settimana dal rilascio del gioco nel sud-est asiatico, l’amministrazione thailandese potrebbe bandire il gioco dal paese.

Potrebbe durare veramente poco la caccia ai Pokemon dei cittadini thailandesi: secondo quanto riportato dal Bangkok Post, la National Broadcasting and Telecommunications Commission (NBTC) avrebbe formalmente chiesto a Niantic la rimozione del gioco in alcune aree entro il 17 agosto, pena il divieto assoluto in tutto il paese.

In particolare, la Commissione avrebbe chiesto la rimozione di PokeStop e Palestre presso i templi, le proprietà dello stato e le zone pericolose come strade, ferrovie e corsi d’acqua, inviando a Niantic la mappa di quattro zone assolutamente “no-Pokemon GO”. Qualora la richiesta non venisse accolta, Pokemon GO sarebbe bandito totalmente dal paese.

Niantic, dal canto suo, ha già assecondato varie richieste di questo genere (per ultima, quella del governo giapponese riguardante il parco commemorativo della strage di Hiroshima) e dovrebbe quindi accontentare l’NBTC…anche se, i problemi per l’app sembrano non essere finiti.

(via CB)

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui