Sono pochi i personaggi dello spettacolo che hanno ammesso apertamente di sostenere Donald Trump, tra questi sembrerebbe esserci il regista di American Sniper!

Clint Eastwood, durante un’intervista ad Esquire, ha discusso delle prossime elezioni presidenziali, rivelando di non approvare nessuno dei due candidati alla Casa Bianca. Ma, se posto davanti ad una scelta, voterebbe per Donald Trump.

Secondo il regista (ed attore), la società attuale sarebbe troppo “politicamente corretta”, definendo razzista qualsiasi affermazione ed opinione altrui:

È una domanda difficile, no? Io voterei per Trump…. (Hillary) ha dichiarato che seguirebbe le orme di Obama.

Trump ha successo, perché segretamente tutti sono stanchi del “politicamente corretto”. Viviamo nella generazione dei lecca cu*i.

Abbiamo visto persone accusare altre persone di razzismo. Quando ero giovane io, quelle cose non erano definite razziste.

Qui va specificato che Eastwood ha vissuto la sua giovinezza tra gli anni ’40 e ’50, quando la società americana era decisamente differente, ed altamente razzista.

L’attore ha continuato, precisando che entrambi i candidati hanno detto diverse stupidaggini durante i loro comizi.

Sai, (Trump) ora è razzista perché ha parlato di quel giudice – riferendosi alla vicenda del giudice messicano Gonzalo Curiel – Si, ha detto delle cose stupide. Intendo dire, dando la sua opinione sul fatto che il ragazzo sia nato da genitori messicani. Ha detto un sacco di stupidaggini. Ma entrambi l’hanno fatto. Sia Hillary che Donald. … Ma la stampa ripete , ‘Oh, bè, quello è razzista’.

Clint Eastwood fece già parlare di se nel 2012, quando, durante la Convention Repubblicana, instaurò una conversazione con una sedia vuota rappresentante Barack Obama. All’epoca l’attore ottantaseienne sostenne apertamente il repubblicano Mitt Romney.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui