Dopo la conferma del suo ingresso nella quarta stagione di Agents of SHIELD, Clark Gregg e Chloe Bennet parlano dell’influenza di Ghost Rider sullo show e quale sarà l’impatto sui personaggi.

Nelle precedenti due stagioni, Agents of SHIELD ha esplorato il mondo degli Inumani, spiegando come l’organizzazione ha reagito di fronte l’emergenza di una popolazione improvvisamente posseduta da super poteri. In particolare, la serie tv si è focalizzata su due dei protagonisti principali, Daisy Johnson (Chloe Bennet) e Lincoln (Luke Mitchell), diventati rispettivamente Quake e Sparkplug.

Gli Inumani hanno invaso Agents of SHIELD nella stagione 2 e 3, permettendo al pubblico di entrare nel vivo del Marvel Universe, fino al culmine degli eventi del finale andando in onda a maggio sul canale ABC. Con la quarta stagione, lo show cambia rotta ed esplora un altro lato dell’universo Marvel.

Come annunciato precedentemente, la quarta stagione di Agents of SHIELD esplorerà il lato mistico dando il benvenuto a Ghost Rider/Robbie Reyes. Prima del suo annuncio ufficiale, circolavano diverse voci circa la possibilità di vedere questo personaggio vendicativo sul piccolo schermo, confermate poi al Comic-Con di San Diego.

Clark Gregg (Phil Coulson nel telefilm) ha così commentato l’entrata in scena di Ghost Rider nello show:

“Penso che sia davvero interessante l’idea di portare Ghost Rider nel nostro show. È qualcosa di completamente diverso da quello fatto finora. È un po’ quella parte mistica del Marvel Universe e personalmente credo che, come fan Marvel, sarei curioso di vedere quale versione di Ghost Rider vedremo e che significato darà al nostro mondo.”

Anche Ian De Caestecker, che interpreta Fitz, sembra interessato all’idea:

“Credo sia un personaggio davvero forte da avere. Lui è qualcosa di iconico e familiare rispetto ai fumetti. Ci siamo spostati alla programmazione delle 10 pomeridiane così che gli autori abbiano la possibilità di essere un po’ più dark del solito, il che dà molto da esplorare.”

Il logo della prossima stagione di Agents of SHIELD con Ghost Rider.
Il logo della prossima stagione di Agents of SHIELD con Ghost Rider.

L’arrivo di Ghost Rider non vuol dire necessariamente la perdita del concept originario di Agents of SHIELD. Come spiega il produttore esecutivo Jeph Loeb, il cuore della serie è sempre stata la famiglia.

Un Reyes vendicativo e protettivo nei confronti del fratello minore Gabe era un tassello importante ed ecco perché lo show ha deciso di non prendere in considerazioni i precedenti Ghost Riders di Johnny Blaze o Danny Ketch.

Perciò la prossima stagione esplorerà l’idea di famiglia, l’espiazione, il vigilantismo e come ciò influenzerà il personaggio di Daisy, la quale si sta ancora riprendendo dall’influsso di Hive e le conseguenze delle sue azioni.

L’attrice Chloe Bennet ha infatti confermato che il suo personaggio attraverserà un difficile cammino psicologico ed emozionale e la sua strada incontrerà quella di Ghost Rider.

“Sento che Daisy probabilmente ama un buon antieroe. Penso che Reyes sia la versione più vicina a lei di chiunque altro. Posso dire che lavoriamo insieme un po’ nel primo episodio, quindi ci saranno delle cose molto interessanti. Non vedo l’ora di vedere la reazione di Simmons a questo teschio fiammante.

So che può sembrare che Daisy se ne sia andata e sia diventata egoista, invece penso che la sua sia stata la decisione più altruista che potesse prendere. Credo che ciò che la ricongiungerà col gruppo sarà questo: farà di tutto per proteggerli.”

Fonte: Screenrant

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui