Giunto al Comic-Con per il panel di Con Man, Nathan Fillion ha risposto alle domande di TvLine sull’addio alla serie di Castle, qualche curiosità sullo show e cosa sarebbe successo in un’ipotetica stagione 9.

I fan della serie Castle sono ancora tristi per la fine del loro show preferito. TvLine ha intervistato Nathan Fillion, ex star del telefilm, giunto al Comic-Con per il panel di Con Man insieme ad Alan Tudyk, suo collega e amico in Firefly e Serenity, facendogli qualche domanda su Castle.

Nathan Fillion ha parlato della fine della serie, rispondendo se la conclusione di Castle lo abbia soddisfatto o meno e se l’addio dato ai fan sia stato appropriato:

“Abbiamo avuto otto anni di un fenomeno televisivo con persone meravigliose con cui ho lavorato che amo davvero tanto. Mi mancheranno immensamente, mi mancheranno i personaggi che interpretano, ma allo stesso tempo sono otto anni che non ho dei progetti.”

L’attore ha parlato del fatto che questo sarà il primo lunedì dopo il Comic-Con in cui non dovrà tornare al lavoro per Castle, dato che la produzione di solito si riuniva intorno quel periodo.

Come sarebbe stata la stagione 9 (senza più Stana Katic, Beckett, nel cast) nel casto Castle sarebbe stato rinnovato? Fillion ha così risposto:

“Parlavano di un salto temporale. Penso che stavano preparando dei progetti nel caso di rinnovo, ma dato che non c’è stato, hanno smesso.”

Fillion e Tudyk hanno poi ironizzato sul fatto che la nona stagione poteva essere ambientata in uno scenario post-apocalittico. Riguardo il miglior ricordo che Nathan ha della serie, Alan lo ha aiutato citando il centesimo episodio, ispirato al film “La finestra sul cortile” di Hitchcock.

Fonte: TvLine

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui