L’artista John Ramirez progetta il design per un’attrazione Disney ispirata al più celebre lungometraggio targato Studio Ghibli: “Il mio vicino Totoro”.

Più che la mascotte è il vero e proprio ambasciatore dello Studio Ghibli. Riconosciuto e acclamato in tutto il mondo, il famosissimo guardiano della foresta Totoro continua a ispirare centinaia di artisti di calibro internazionale che omaggiano l’ormai quasi inattivo Studio fondato da Hayao Miyazaki, che continua comunque a far sognare grandi e piccini grazie alle sue creazioni da sogno.

È giunta anche la volta di John Ramirez, talentuoso artista e collaboratore del famoso marchio di produzione “Disney”, che ha già partecipato a lungometraggi del calibro di “Aladdin”, “Il Re Leone” e “Tarzan”. Appassionato da sempre di animazione e cultura giapponese, ama mescolare il mondo dell’animazione americana con quella nipponica.

Fondere la cultura orientale a quella occidentale, soprattutto se si parla di animazione, potrebbe risultare una vera e propria rivoluzione per avvicinare due mondi così diversi ma che puntano a regalare ai fan le stesse intense emozioni. Ramirez, grazie alla sua passione, ha già portato quest’idea davanti ai suoi seguaci, regalandoci disegni di sua creazione che fondono la cultura del Giappone antico con l’animazione Disney.

CiwtmRJWgAAduy2

“Cerco di mescolare il mio amore per i personaggi animati a quello che nutro per le vecchie foto giapponesi, e lo faccio per divertimento,” ha spiegato. Ed è proprio per divertimento che ha deciso di progettare il design di un’attrazione in tema “Il mio vicino Totoro” da costruire in uno dei parchi per famiglie di Disneyland.

lokxatiqsvc87zfm3mqr

Lo scopo della corsa è quello di intrattenere i turisti grandi e piccoli ricreando fedelmente i momenti chiave del film, dando davvero l’impressione di rivivere in prima persona le emozionanti avventure di Satsuki e Mei.

Si comincia proprio dai vagoncini che saranno costruiti a forma di ghianda gigante, per poi attraversare lo studio del padre, gli interni della casa vicino al bosco, addentrarsi nella foresta vera e propria, incontrando tutti i personaggi che hanno conquistato i cuori degli appassionati.

Ovviamente, tutto sarà interattivo. La quercia gigante sarà in grado di crescere, il paesaggio sembrerà vivo, saremo poi in grado di vedere il Gatto-Bus muoversi e scomparire assieme ai nerini del buio, e infine sarà presente anche una stanza di proiezione video per un’immersione completa nel magico mondo di Totoro.

Il progetto per ora rimane solo uno splendido sogno, ma Ramirez ha dichiarato di aver parlato più volte con lo stesso Miyazaki del progetto Disney, senza tuttavia concludere nulla. Ramirez, però, rassicura i fan sul fatto che tenterà “fino a che non mi bandiranno dallo Studio o mi diranno di sì!”.

La passione di Ramirez non si è fermata qui. Infatti, l’artista ha anche progettato una seconda giostra, sempre ispirata a uno dei capolavori di marchio Ghibli: “Laputa – Il castello nel cielo“.

a-castle-in-the-sky-ride

Nel frattempo, possiamo ammazzare l’attesa consolandoci con le numerosissime attrazioni e parchi già dedicati allo spirito del bosco più famoso del mondo, facendo ad esempio una visita alla foresta di Totoro di persona o tramite la realtà virtuale.

Fonte: Kotaku

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui