Il sistema di schiusura delle uova, grazie all’utilizzo della realtà aumentata e del GPS, è una delle novità portate da Pokemon GO nel franchise.

Una delle tante novità portato dall’app sviluppata da Niantic nel franchise dei Pokemon è sicuramente la schiusura delle uova, che grazie al GPS permette ora agli allenatori di camminare personalmente per far nascere il cucciolo di Pokemon. Nonostante questo però, tutti gli utenti avranno notato delle discrepanze nel conteggio dei metri percorsi: altre volte vengono aggiunti dei metri, mentre altre per schiudere un uovo ci vuole il doppio della distanza necessaria.

Un giocatore di vecchia data di Ingress (altro gioco Niantic che sfrutta la realtà aumentata) dal nome utente “Davedamon” ha analizzato in modo approfondito il sistema di tracciamento di Pokemon GO, arrivando alla conclusione che l’app sfrutta, per contare la distanza percorsa, il cambiamento di posizione rispetto al continuo tracciamento dell’utente.

Questo significa che, per calcolare i metri percorsi, verranno utilizzate la posizione A avuta inizialmente e quella B raggiunta alla fine, misurando la distanza tra i due in linea d’aria. Qualora un utente, munito di contapassi esterno, camminasse per un tot di metri in cerchio, Pokemon GO calcolerà solamente la distanza tra le due posizioni occupate!

Ci raccomandiamo dunque: se volete far schiudere in fretta le uova, camminate il più possibile in linea retta!

(via CB)

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui