Visto il grande successo e l’importanza del tema trattato, ossia la Seconda Guerra Mondiale vista dagli occhi di un bambino, la serie animata Bu Bum – La strada verso casa, in onda su Rai Gulp in prima visione dal 1 luglio, andrà di nuovo in onda a partire dal 24 luglio alle 13:00.

La serie animata targata Rai Fiction  è ambientata in Italia sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale: uno scenario delicato e complesso raccontato per la prima volta col linguaggio dei cartoni animati, per trasmettere con semplicità alle nuove generazioni l’errore delle Guerre.

Il messaggio principale è che la guerra non è un gioco, ma se lo fosse sarebbe un gioco senza alcun vincitore; come dice uno dei personaggi del cartone al piccolo protagonista: “Questa guerra è una pessima maestra, ma sono convinto che coloro che hanno coraggio, speranza e buona volontà possano salvarsi e salvare chi gli sta intorno.”

Il bambino, in seguito ad un raid aereo, cade dal camion di sfollati che lo stava trasportando al sicuro assieme alla sua famiglia  e viene ritrovato da un gruppo di bizzarri animali parlanti, ognuno nel proprio dialetto, che si prenderà cura di lui e lo ribattezzerà  Bu-Bum poiché il piccolo, in stato di shock, in un primo momento è incapace di parlare e non fa altro che ripetere “Boom, Boom”, ossia l’ultimo rumore che ha sentito quando l’aereo ha lanciato la bomba.

Un intreccio di valori che si snoda con allegria in un lungo viaggio attraverso la penisola, dove il piccolo protagonista, alla ricerca dei suoi genitori, incontra bizzarri “amici di zampa”: Leoncavallo, un saggio cavallo siciliano dal fisico robusto e dal cuore grande, Jack, un cane americano paracadutato erroneamente dagli Alleati con l’inseparabile ape Bee-17; Aurelia, una scaltra gatta romana che riesce a cavarsela in ogni situazione e Cristoforo, un logorroico gallo toscano scampato da una brutta fine in pentola.

Ideato inizialmente per il grande schermo ma realizzato come serie TV, conserva qualità narrative e visive cinematografiche e una colonna sonora originale suggestiva e coinvolgente.

Un piccolo gioiello che ha oltrepassato i confini nazionali entrando in selezione al Festival d’animazione di Hiroshima, nella categoria Animation for peace.

Fonte: Rai.it

telegra_promo_mangaforever_2
Articolo precedentePokemon GO, un Pokemon esclusivo per ogni continente
Articolo successivoJ-POP, i dettagli dei nuovi annunci manga (e altre novità) da Direct 39
Scrivo per passione...da sempre! Sono appassionata di cinema e fumetto, la mia tesi di laurea, si intitola “i Supereroi Marvel – dal fumetto al cinema”. Ma non amo solo i comics americani, anzi la mia passione è l'Oriente (più anime che manga, confesso).Amo e le arti visive, dalla pittura alla fotografia, dal fumetto al cinema e ovviamente amo il teatro: insomma, AMO L'ARTE! Mi piace studiare (non me ne vergogno!),me la son sempre cavata bene in semiotica, storia, scienze politiche e letteratura. Il mio genere preferito, sia cinematografico che letterario è Fantasy / Fantascienza , ma, non disdegno Avventura e action comedy: insomma, leggo, guardo e scrivo un po' di tutto, tranne horror e thriller!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui