Arriva la serie All-New All-Different Marvel dedicata alla strega mutante per eccellenza della Casa delle Idee: Wanda Maximoff, alias Scarlet! Cosa succede alla bella ex componente dei Vendicatori? Scopritelo nel secondo numero di Doctor Strange!

E’ iniziata la nuova serie Marvel dedicata al Mago Supremo della Casa delle Idee, il Maestro delle Arti Mistiche Stephen Strange creato negli anni sessanta dai leggendari Stan Lee e Steve Ditko. Come sanno i fan, nel corso dei decenni le sue storie sono state realizzate da autentici maestri dei comics ma con un successo altalenante. Lo si deve probabilmente al fatto che il buon dottore è un eroe anomalo e le atmosfere narrative delle sue avventure divergono da quelle più supereroiche dell’Uomo Ragno, dei Fantastici Quattro o degli X-Men.

In ogni caso, dopo la conclusione di Secret Wars la Marvel ha deciso di concedere una nuova chance al Doc con un comic-book firmato da due autori di tutto rispetto: Jason Aaron e Chris Bachalo. Il primo è ormai da tempo uno degli sceneggiatori migliori in attività e sta realizzando lavori egregi; il secondo è un penciler acclamato e dotato di uno stile personale. Doctor Strange è quindi una serie da tenere d’occhio che si discosta dallo stile marvelliano dilagante ed è quasi assimilabile a certe produzioni Vertigo, ambito dal quale Aaron peraltro proviene.

Lo scrittore ha infatti insistito su situazioni oniriche e mistico/esoteriche, collegandosi a varie suggestioni occulte, a cominciare dalla Thelema di Aleister Crowley, e ha inserito nelle trame un dettaglio finora assente: l’ironia. Lo Stephen Strange di Aaron fa spesso battute divertenti e risulta più solare di un tempo. Ve ne potrete rendere conto nell’episodio di questo albo. Qualcuno ha deciso di prendere di mira non solo Doc ma anche altri stregoni del Multiverso.

Si tratta dell’ancora misterioso Empirikul che attacca Strange, inviandogli enormi e assurde lumache giganti di natura ectoplasmatica che gli faranno passare brutti momenti (peraltro è costretto a combatterle completamente nudo). Aaron scrive testi vivaci e incisivi e la story-line ha un ritmo serrato che non concede tregua al lettore e incuriosisce sin dal principio. Sebbene il comic-book proponga le canoniche situazioni che è lecito aspettarsi da una storia di Strange, c’è un elemento di imprevedibilità che ti spinge a voler subito leggerne il seguito.

Chris Bachalo continua a valorizzare la testata con il suo tratto spigoloso, visionario e psichedelico, senza però avvicinarsi ai canoni classici ditkiani. Lo stesso Strange nella sua versione ha un aspetto più simpatico del consueto e vale altresì per il fido servitore Wong. Le mostruosità immaginate da Aaron hanno poi un certo non so che di cartoonesco che enfatizza l’allure ironica della serie. Insomma, Doctor Strange si conferma come una delle proposte più intriganti e valide della nuovissima Marvel.

L’albo si segnala inoltre per l’inizio della pubblicazione di Scarlet Witch, comic-book dedicato alla strega mutante per eccellenza della Casa delle Idee, la bella Wanda Maximoff. La singolare eroina ha avuto una vita complicata e contraddittoria. Nata come criminale nella testata degli X-Men, poi divenuta membro dei Vendicatori, è stata a volte una donna forte e sicura di sé, in altre una pazza psicopatica. I suoi legami con il mondo dei Vendicatori e dei mutanti hanno sovente messo in secondo piano l’elemento magico che la contraddistingue e questa serie intende appunto approfondirlo.

L’autore è l’ottimo James Robinson di Starman che sembra voler rievocare proprio le atmosfere di quella serie DC. Wanda è attualmente isolata dai Vendicatori e dalle altre squadre di supereroi Marvel, ha scoperto di non essere figlia di Magneto e vive in una tenebrosa magione degna di una maga. Con lei c’è il fantasma di Agatha Harkness, la strega che in passato le aveva insegnato l’uso delle arti negromantiche.

Per una serie di circostanze, Scarlet dovrà indagare su atroci delitti apparentemente commessi da un serial killer. Come avrà modo di scoprire, tuttavia, il responsabile non è umano e la storia è incentrata su minacce infernali e possessioni demoniache. Robinson allude a un’entità che ha preso di mira il sottobosco occulto del Multiverso e si intuisce che ne vedremo delle belle. I testi sono intensi e, a giudicare da questo esordio, Scarlet Witch pare un’altra serie da non trascurare.

La collana sarà illustrata da un disegnatore sempre diverso. Il primo capitolo è appannaggio di Vanesa Del Rey dal tratto ruvido, oscuro, volutamente grezzo, caratterizzato da chiaroscuri suggestivi, adatti a una serie dark come questa. In certi momenti le figure umane sono poco rifinite ma l’effetto complessivo è interessante, grazie ai colori crepuscolari di Jordie Bellaire. Insomma, se amate la stregoneria questo è il mensile Panini Comics che fa per voi.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui