La coraggiosa Angela è tornata e stavolta agisce nel contesto tenebroso di Hel! Com’è finita in quel luogo e per quale ragione? Ce lo rivela Marguerite Bennett nel primo numero di una nuova serie targata All-New All-Different Marvel!

Dopo la fine di Secret Wars, l’Universo Marvel è tornato alla normalità e tutto è come prima, sebbene non manchino i cambiamenti. Il mese scorso Panini Comics ha iniziato a proporre le prime serie dell’operazione All-New All-Different Marvel e i riscontri nel complesso sono stati positivi.

Le trame dei vari comic-book si collocano a otto mesi di distanza dalla fine delle Guerre Segrete e, come è facile intuire, in questo lasso di tempo si sono verificate molte cose che saranno rivelate nei prossimi mesi.

Ora è ai nastri di partenza la testata dedicata ad Angela, personaggio dalla storia decisamente particolare. Creata dal leggendario Neil Gaiman di Sandman, esordì alla Image Comics in un episodio di Spawn. In seguito, ci fu una lunga controversia legale tra Gaiman e Todd McFarlane sui diritti del character e alla fine l’ha spuntata lo scrittore britannico che ha poi deciso di portare la singolare eroina alla Marvel.

Angela Regina di Hel 1
Angela Regina di Hel 1

Angela è dunque ora parte integrante dell’universo narrativo della Casa delle Idee e ha significativi legami con Thor e le divinità asgardiane.

Se infatti in origine pareva essere un angelo, si è scoperto che è in realtà la figlia di Odino e di Freyja. In pratica, è la sorella di Thor e Loki, cresciuta nel mondo di Heven dopo un cruento conflitto tra gli angeli che lo popolavano e i guerrieri di Asgard.

Per molto tempo ha quindi ignorato le sue origini e per giunta non nutre grande amore nei confronti del suo retaggio norreno. Ciò però non le ha impedito di salvare la sorella dal demone Surtur. Nelle storie pre-Secret Wars Angela agiva in compagnia di Sera e, come avrete modo di scoprire in questo albo, il rapporto tra le due è diventato più saldo.

Angela Queen of Hel rappresenta sin dal titolo un ulteriore mutamente nello status della guerriera. E’ infatti divenuta regina del regno un tempo governato dalla dea della morte Hela, classica nemesi di Thor. Come mai ciò si è verificato? E per quale ragione?

Le risposte ce le fornisce Marguerite Bennett, autrice che in questi primi due episodi inizia a narrarci gli avvenimenti che hanno portato a questa situazione. Lo fa concentrandosi su atmosfere fantasy e delineando però una story-line esile, basata sui racconti di Sera.

Il mensile è superficiale, sebbene la Bennett cerchi di insistere sull’introspezione psicologica, senza tuttavia mai andare in profondità. Si ispira alla leggenda di Orfeo ed Euridice ma non riesce  ad evocarne in maniera efficace la tragicità.

Angela Regina di Hel n. 1
Angela Regina di Hel n. 1

Tutto è un pretesto per inserire sequenze d’azione risapute e per strizzare l’occhio alle convenzioni politically correct ormai dilaganti alla Marvel, con la rivelazione, nemmeno tanto sconvolgente, poi, dell’amore saffico tra Angela e Sera, giusto per dare il contentino agli lgbt.

I testi sono sull’anonimo andante e ogni tanto la Bennett tenta la carta dell’ironia con Sera che si rivolge direttamente ai lettori, tentando dunque una specie di esperimento meta-fumettistico. Ma Angela Queen of Hel non decolla. Quanto ai disegni, i flashback sono illustrati dalla brava Stephanie Hans che aveva già abbellito con il suo stile pittorico la precedente serie di Angela.

Il resto è invece appannaggio del nuovo penciler regolare Kim Jacinto. La sua costruzione della tavola è efficace ma il tratto è comunque grezzo e spigoloso e solo i colori di Israel Silva lo rendono quantomeno accettabile.

In definitiva, Angela Queen of Hel non mi pare che sia da annoverare tra le migliori proposte All-New All-Different Marvel. E’ un fumetto senza infamia e senza lode, banale, palesemente rivolto a un pubblico di lettori che cerca distrazione e niente di più. Il personaggio immaginato da Neil Gaiman meritava di meglio.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui