Una donna americana cita in causa Microsoft per un aggiornamento eseguito senza il suo permesso

La rivista “The Seattle Times” ha scritto un articolo su un evento molto particolare che ha avuto luogo di recente. Una donna americana, Teri Goldstein, californiana, sostenne che pochi giorni dopo la pubblicazione ufficiale di Windows 10, il suo computer cercò di scaricare e installare l’aggiornamento per il suddetto sistema operativo, senza alcuna autorizzazione.

Il download dell’aggiornamento fallì, danneggiando irrimediabilmente il pc. La Goldstein non aveva mai sentito parlare di windows 10 e non aveva mai fatto richiesta di volerlo installare sul suo pc, così decise di chiedere aiuto all’assistenza Microsoft, che però non l’aiutò in alcun modo. L’americana decise allora di fare causa alla Microsoft, chiedendo un risarcimento che le permettesse di comprarsi un pc nuovo. La Goldstein vinse il caso, e ricevette ben 10 000 dollari di risarcimento.

Fonte: SeattleTimes

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui