Ben tornati e ben ritrovati! Allora quanto vi è mancato Countdown in queste 2 settimane di assenza?

Beh spero abbiate ricaricato le batterie e siate pronti a commentare tutti i principali avvenimenti del mondo fumettistico e non solo, indirizzo sempre quello redazione@mangaforever.net.

Vi lascio alla lettura…

Ci vediamo fra 7 giorni!


ai 52 #1 della DC Comics. È vero…per molti sarà un cambiamento epocale, per altri l’ennesimo perno su cui fare leva per argomentare contro la casa editrice, ma a settembre avremo un reboot del DCU con ben 52 numeri 1!

Devo essere sincero sono molto intrigato da questo rilancio vuoi perché so che alle spalle c’è Johns fra gli altri, che facendoci una sana grattata dovrebbe garantire una relativa coerenza creativa, vuoi perché il primo titolo annunciato è la Justice League proprio di Johns e Jim Lee:

Il rilancio comprenderà un restyling di molti personaggi e fino ad ora son trapelate poche indiscrezioni, avremo una rivoluzione di numerosi team creativi…con molta probabilità:

  • un titolo riguardante Superman scritto da Grant Morrison
  • un nuovo team creativo riguardante Wonder Woman, tutta la run di Stracz verrà “cancellata”
  • Green Lantern ripartirà da 1 ma la sua continuity dovrebbe rimanere intatta
  • Robinson e Tan su Hawkman
  • Johns e Reis su Aquaman
  • nuovi team creativi per Birds of Prey e JSA
  • Fabian Nicieza alle redini dei Teen Titans
  • una nuova testata multicolore per le lanterne
  • Omac con alle matite Scott Kollins
  • Legion Lost che precederà la nuova serie della Legione

Come si evince da queste prime indiscrezioni qui più che reboot vero e proprio si tratterebbe di rilancio, si parla di una continuity “più giovane e snella” e quindi è lecito chiedersi quanto della vecchia continuity verrà cancellato? Ma soprattutto ci sarà una nuova continuity?

Un rilancio così massiccio, 52 titoli!, è una operazione commerciale non da poco talmente rischiosa ma altrettanto remunerativa, attraendo numerosi nuovi lettori, almeno il primo mese, e tenderà a creare un nuovo zoccolo duro su alcuni titoli, immaginate quanti si tufferanno in Superman o Batman o la stessa JLA, ma se poi andasse tutto male? Se le storie non fossero all’altezza ed i problemi che affliggono da sempre la DC riaffiorassero di nuovo, o peggio le vendite dopo il primo mese non subissero quella impennata sperata?

Impossibile dirlo ora anche perché l’eccitazione è tanta e la fiducia penso crescerà coi prossimi annunci… sta di fatto che io vedo un DCU sempre più Johns-centrico, per alcuni un male, per me e molti altri un bene…

Due considerazioni: 1) cosa cambierà per noi? Credo sostanzialmente nulla, la Planeta rimarrà ancora detentrice dei diritti al 90%…certo i più smaliziati potranno abbandonare l’”italiano” per i volumi in lingua originale sfruttando agevolmente il nuovo starting-point e non è cosa da poco…

2) non si fa menzione di Justice League Dark, rumor di qualche giorno fa, ebbene se mancano ancora dettagli per The Dark emerge un altro titolo dal marasma di annunci e speculazioni di queste ultime 48 ore…cosa è THE EDGE (oltre il chitarrista degli U2 ben inteso)?


a Rizzoli/Lizard. Ottima l’iniziativa della Rizzoli/Lizard che in concomitanza con l’uscita del film di TinTin darà alle stampe 8 volumi che ripercorreranno in ordine cronologico le avventure del giovane personaggio creato da Hergè. I volumi conterranno dalle 2 alle 4 storie e costeranno 14,50€ e, bisogna menzionarlo visti gli strafalcioni che si leggono in giro, si avvarranno della consulenza per traduzione ed adattamento di Philippe Daverio.

Un altro classico del fumetto che beneficia di una edizione moderna ed accessibile a tutti! Bravi!


a Schism. Il nuovo evento X-Men-centrico potrebbe essere davvero quello buono dopo alcuni tentativi non proprio felici degli ultimi anni soprattutto perché a scriverlo ci sarà Jason Aaron vero e proprio asso nella manica per la casa delle idee negli ultimi mesi, se poi alle matite si avvicenderanno Cho, Kubert, Acuna, Davis e Pacheco il successo, almeno quello commerciale, sembra assicurato…


a Billy Bat. Dopo molto tempo sugli scaffali delle fumetterie arriva un manga diverso ed intrigante opera guarda caso di Urasawa: Billy Bat. Dalla forte impronta storica e metafumettistica, il primo volume ha raccolto pareri positivi sul nostro forum e non solo…peccato forse per il prezzo: un tantinello altino?


a Premiere. Ha esordito il nuovo catalogo per fumetterie, ehm “librerie specializzate”, di Me.Li Comics il nuovo distributore presso cui si sono accasati: Coconino Press, Fandango Libri, Comma 22, Tunué, Armenia, Cairo Editore, Edizioni ISBN, Phaidon, Euromanga Edizioni, Guanda, Editrice Nord, TEA, Longanesi, Salani, Magazzini Salani, Nord-Sud Edizioni e Garzanti Libri.

Un prodotto ben fatto, l’ho sfogliato in fumetteria, ufffffff “libreria specializzata”, venerdì con immagini delle uscite, trafiletti di presentazione e con un eloquente, e programmatico, editoriale di presentazione di Simone Bongiovanni: “[…] Oggi, come forse mai in passato, il Fumetto in Italia può guardare al futuro con serenità: ha raggiunto una varietà multiforme e una qualità sempre crescente di proposte da parte di editori esperti e intraprendenti; può contare su un pubblico solido, appassionato e maturo; si poggia su una struttura commerciale sempre più ampia, con l’aumento, la crescita e la conferma di punti vendita gestiti con competenza ed entusiasmo”.

Condividendo l’entusiasmo di Me.Li non possiamo far altro che fargli un grosso in bocca al lupo per la loro nuova avventura…


a Kevin Eastman. Povero Kevin…ha creato uno dei franchise più fruttuosi della storia ovvero le Tartarughe Ninja ma se l’è goduto davvero poco, tanto è vero che qualche tempo fa ha dovuto vendere all’asta una serie di cimeli riguardanti proprio le TMNT, tuttavia col rilancio televisivo da un lato, che avverrà nel 2012 grazie ad una nuova serie tv, e con quello fumettistico dall’altro dovrebbe tornare in pista alla grande…

Ad agosto toccherà infatti alla IDW rinverdire i fasti fumettistici delle tartarughe e a firmare il primo albo ci sarà proprio Eastman accompagnato da Tom Waltz e Dan Duncan, se la IDW riuscirà a rilanciare anche questo marchio, come fatto sapientemente con i G.I.Joe, avrà la mia stima nonché i miei soldini! Ecco la news con tavole in anteprima.

Nel frattempo…001 Edizioni dove sono gli altri volumi della serie originale? arghhhhhhhhhhh


al triangolo Disney-Marvel-Panini. Panini è una delle aziende più forti al mondo lo dimostra anche il fatto che in UK, dove ovviamente la Marvel pubblica “direttamente” le sue storie, sia riuscita a ricavarsi una grossa fetta di mercato con le pubblicazioni Marvel per i bambini con magazine studiati appositamente per i news-stand ovvero le nostra care e vecchie edicole.

Qualche giorno fa Disney ha ufficialmente vietato alla Panini di produrre materiale Marvel in qualsiasi forma, cartacea o gadgetistica, e quindi di terminare suddette pubblicazioni, che sia l’inizio di una Disney più intraprendente nel voler sfruttare i personaggi Marvel soprattutto in un campo a lei più consono cioè nel mercato dei più piccoli? Sembra poca roba però…


a Haunt. L’ultima creatura partorita dalla mente di McFarlane sta colando a picco. Pubblicata in anche Italia, da Panini in appendice (sigh!) a Spawn, non solo ha avuto un tracollo di vendite in USA, beh insomma io ho resistito 10 numeri poi visto che non succedeva nulla l’ho mollato, ma ha subito prima la defezione di Greg Capullo, passato alla DC per disegnare Batman, e proprio in questi giorni anche quella dello scrittore Robert Kirkman. Un team creativo sostitutivo non è stato ancora annunciato che sia la fine per questa serie o McFarlane riuscirà a trascinare fra alti e bassi anche questa serie come fa da anni con Spawn?


ai real-life superheroes. Due come i casi (umani) che porgo alla vostra attenzione: il primo si commenta da solo…

Il secondo invece va sul sicuro:


a Free Books. Maglia nera, nerissima a Free Books e alla sua edizione di Alabaster, opera di Tezuka del 1970 il cui tema principale è il razzismo, che non soddisfa né per la carta, gialla e trasparente, né per il formato, definito tascabile, ma più piccolo ancora delle “sottilette” Panini, né per il prezzo 6,50€…Se però poi a giugno annunciano Metropolis sempre di Tezuka è normale che i lettori ci penseranno due volte prima di acquistare.

I classici meriterebbero edizioni non dico extra-lusso ma quantomeno dignitose, non credo che commercialmente Free Books abbia imboccato la strada giusta.


a Thor – Il videogioco. L’ho aspettato sperando in una sorpresa come fu Wolverine Origins, uno dei beat’em up con più violenza gratuita del mondo, ed invece mi sono ritrovato a giocare per giocare 45 minuti, arrivando fra l’altro a metà gioco, un prodotto confezionato coi piedi dalla Sega in cui non si salva nulla, ma proprio nulla!

Trama e gameplay sono indecifrabili, i potenziamenti e  i poteri di Thor praticamente tutti uguali, i comandi assolutamente non responsivi, vedasi i boss e gli eventi in quick-time in cui ti ritrovi a schiacciare tasti a caso finché misteriosamente il boss non crolla, fino ad una grafica che non farebbe invidia neanche ad un vecchio titolo PSX, a tratti i pixel erano così grossi che sembrava di guardare il televideo, concludendo col sonoro e col doppiaggio amatoriali, vi sconsiglio caldamente di spendere i vostri soldi per questo gioco attendete semmai Captain America o Green Lantern o ancora meglio andate sul sicuro questo autunno con Batman: Arkham City.

La Marvel deve migliorare l’aspetto videoludico dei suoi franchise e sicuramente Sega non la aiuta.

telegra_promo_mangaforever_2

6 Commenti

  1. Vi segnalo la nota del direttore editoriale della Tunué Massimiliano Clemente riguardo allo sviluppo del mondo del fumetto e del passaggio in esclusiva per la promozione e distribuzione con Messaggerie libri della casa editrice Tunué :P

  2. 10 alla Rilancio DC: d’accordissimo e forse anche immotivatamente ottimista per questa operazione di proporzioni veramente gigantesche. I primi 11 team creativi sono stati svelati e ci sono già delle sorprese, come Azzarrello su WW.
    Ci voleva un rilancio del genere e la cosa che apprezzo di più è che stanno dando chance a personaggi come Hakwnman, Atom, Mister Terrific, Deadman.

  3. io sono tra gli entusiasti di G.Johns deus ex machina della DC. è lui il collante che può permettere agli altri di sviluppare trame interessanti per i singoli personaggi togliendo magari un pò di pesantezza che spesso avvolge il DCU. 52 uscite.. non è il numero ma la qualità che farà vincere la scommessa dunque.. incrociamo le dita! spero che finalmente Morrison possa prendere le redini di Superman come su Batman mi piacerebbe sfidare il buon Johns…

    ALABASTER L’edizione è a dir poco allucinante!! l’ho abbandonata sullo scaffale dopo due pagine sfogliate; mai vista una qualità così scadente.

    BILLY BAT : urusawa mi piace e happy è una buona storia ; a breve leggerò anche Billy Bat e sicuramente mi saprà stupire. il prezzo non mi sembra così eccessivo rispetto alla qualità del volumetto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui