Dopo l’annuncio dei giorni scorsi, dal sito web della Bonelli si apprendono nuovi particolari sull’iniziativa editoriale.

Torna Mercurio Loi, e torna con avventure tutte a colori. Dopo l’esordio tra le pagine della collana mensile Le Storie, infatti, il personaggio creato da Alessandro Bilotta tornerà in edicola nella Primavera dell’anno prossimo con una serie tutta sua.

La notizia è ufficializzata dal sito web della Sergio Bonelli Editore, nel quale è stata pubblicata un’intervista all’autore a cura di Luca Del Savio (qui) attraverso la quale apprendiamo che gli albi in uscita avranno il classico formato bonelliano, con 94 pagine, ma a colori anziché in bianco e nero. Le immagini che corredano questo articolo sono tratte proprio dal sito internet della casa editrice milanese.

Nell’intervista, anzitutto, Bilotta ha ricordato a tutti chi è il personaggio apparso lo scorso anno su Le Storie. «Mercurio Loi – ha detto – è un professore di storia, estroso e stravagante, ma più semplicemente lo definirei un “flâneur” che, per caso o per la sua curiosità, finisce coinvolto in vicende più o meno misteriose. La flânerie (il passeggiare), è un concetto filosofico ed esistenziale che verrà sviluppato qualche anno dopo il periodo in cui vive Mercurio ed è strettamente collegato all’ingrandirsi delle città. Si tratta di camminare lasciandosi cogliere dagli imprevisti, seguire un percorso senza una meta troppo specifica, lasciarsi affascinare dallo scenario che ci circonda e avere la capacità di notare quello che capita sulla strada».

Mercurio Loi 2

Mercurio Loi agisce in una Roma che vive un’epoca di grandi stranezze, districandosi tra cospiratori, sette segrete, personaggi bizzarri e insoliti, in un momento storico talmente strano nel quale il Papa era re. Il periodo è quello della Roma papalina, in particolare il 1826, l’anno successivo all’anno santo. «Le capacità di Mercurio Loi in parte qualche lettore già le conosce, il suo intelletto è secondo solo alla sua considerazione di sé, le capacità deduttive sono un vero superpotere sia che debba interessarsi a un mistero, sia che voglia carpire cosa passa nella testa complicata del suo amico Ottone» spiega ancora Bilotta.

Nella serie di Mercurio Loi, apprendiamo sempre dal sito web della Bonelli Editore, non ci sarà spazio per elementi soprannaturali e fantastici. «Ci sarà però un po’ di surreale, quello sì, dato che ciò che racconto è un mondo di pazzi, così com’era davvero quell’epoca» chiarisce l’autore.

Mercurio Loi 3

«Ci tengo a sottolineare – prosegue Bilotta nell’articolo realizzato a cura di Del Savio – come Mercurio Loi non offra un racconto storico, ma sia una serie ambientata in un preciso periodo storico. I soggetti degli episodi si focalizzano su temi filosofici e psicologici che in fondo raccontano la nostra epoca contemporanea: la riflessione sul Male, sulla follia e la corruzione, se davvero si può fare qualcosa per salvare il mondo… Ma anche la paura, l’identità, il potere, che cos’è un eroe… Saranno proprio questi i soggetti attorno a cui gireranno i vari albi».

Tra le domande di Del Savio, anche quella sul perché l’autore abbia pensato di ripresentare il personaggio e di introdurlo per la prima volta a chi non ha letto il suo debutto sul numero 28 della collana Le Storie, con testi di Bilotta e disegni di Matteo Mosca. «Scrivendo gli albi, il primo in particolare, l’impegno maggiore è stato proprio quello di dare la possibilità di offrire un nuovo inizio a chi non ha letto l’avventura pubblicata lo scorso anno su Le Storie. Allo stesso tempo, chi conoscesse già Mercurio e il suo mondo vedrà i personaggi e gli ambienti della serie ripresentati in maniera inedita» ha detto l’autore.

«I protagonisti e i comprimari saranno gli stessi, ma, al contempo, li ritroveremo tutti un po’ diversi rispetto alla loro prima apparizione. È passato qualche mese dai fatti raccontati nell’episodio di Le Storie e i personaggi hanno subito un’evoluzione: con chi ha già letto la storia d’esordio ho cercato di instaurare un vero e proprio gioco, legato a come vengono fatti rientrare in scena i personaggi e a come sono cambiati. Il racconto originariamente apparso su Le Storie, a questo punto, diventa un prologo, che, nelle nostre intenzioni, sarà recuperabile in libreria, quasi in contemporanea con l’uscita in edicola della serie, riproposto in una prestigiosa edizione a colori» ha concluso l’autore.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui