Sei le uscite della casa editrice milanese della settimana: cinque inedite e una ristampa.

La settimana delle uscite Bonelli si apre con l’albo mensile numero 668 di Tex, “I rangers di Lost Valley”, in uscita martedì 7 giugno con soggetto e sceneggiatura di Mauro Boselli, disegni di Stefano Biglia e copertina di Claudio Villa. La confederazione di Kiowas e Comanche capeggiata da Lone Wolf e dallo sciamano Maman-ti è sul piede di guerra. Prima che Tex e Carson possano parlare con Lone Wolf per evitare il peggio, la situazione precipita per un’iniziativa del bellicoso Maman-ti, che attira in un agguato i rangers del Frontier Battalion del maggiore Jones. Assediati nella Lost Valley da centinaia di guerrieri, i valorosi rangers, privi d’acqua e di cibo, sembrano non aver speranze. Ma Tex, eroicamente, unisce la sua sorte alla loro, mentre Carson, in lotta contro il tempo e le pattuglie di Comanche in agguato nella prateria, cavalca per chiedere aiuto al celebre colonnello Ranald Mackenzie, detto Mano Cattiva.Tex 668

I passeggeri della diligenza che raccoglie Dragonero nascondono un oscuro segreto nell’albo della serie mensile numero 37 intitolato “La reliquia perduta”. Durante una missione esplorativa a Ovest dell’Erondàr, Ian e Gmor si imbattono in un vecchio amico, postiglione di diligenze, e accettano di percorrere un tratto di strada in sua compagnia. A bordo della carrozza viaggiano un magistrato con la nipote, una graziosa mercante e un giovane monaco Destiniano. Durante il guado di un fiume, la diligenza viene travolta dalle acque che trascinano via anche Ian, intervenuto per soccorrere i passeggeri. Inizia così una terribile avventura che porterà i nostri eroi in un luogo oscuro, infestato dall’antico spirito di uno spettro guardiano, e a scoprire, alla fine, che qualcuno nel gruppo non è chi dice di essere e che nulla di ciò che sta accadendo è frutto del caso. In uscita mercoledì 8, l’albo ha testi di Stefano Vietti, disegni di Francesco Rizzato e copertina di Giuseppe Matteoni.Dragonero 37

Tra le fiamme della guerra d’indipendenza americana, Lilith si unisce ai coloni in rivolta per non perdere di vista il suo obiettivo nell’albo semestrale numero 16, “Le due frontiere”. Con soggetto, sceneggiatura, disegni e copertina di Luca Enoch, il volume è ambientato nel Nord America della fine del XVIII secolo. Le colonie sono in piena rivolta e divampa la guerra di indipendenza. La rivoluzione sembra, però, destinata al fallimento. I leader indipendentisti sono in fuga, braccati dagli inglesi e dai nativi, loro alleati. Decidono quindi di intraprendere un lungo viaggio attraverso il continente per raggiungere la costa Ovest e chiedere l’aiuto dei giapponesi contro i comuni nemici britannici. Lilith si unisce alla delegazione per poter accedere ai massimi livelli delle autorità coloniali giapponesi, dove sembra celarsi il custode del Triacanto. L’appuntamento in edicola è per il 9 giugno.Lilith 16

Strani indizi, disseminati in un libro giallo dei primi anni del ‘900, possono condurre a una straordinaria scoperta come i lettori potranno vedere in Martin Mystère bimestrale numero 345, intitolato “Il Nilo giallo”. Un romanzo inedito ambientato in Egitto, scritto negli anni Dieci del secolo scorso dalla più famosa autrice di libri polizieschi della storia: è questo che Martin Mystère scopre a Londra, preparando una puntata della sua trasmissione televisiva. Nel testo sono descritti luoghi scoperti soltanto tempo dopo, come la famosa “Caverna dei Nuotatori”: com’è possibile che la “Regina del Giallo” li conoscesse? Il manoscritto porta il Detective dell’Impossibile sulle tracce della capitale perduta di un popolo dimenticato, il quale, sotto un antico affluente del Nilo, nasconde la chiave di uno straordinario segreto. In uscita venerdì 10 giugno, l’albo ha soggetto e sceneggiatura di Sergio Badino, disegni e copertina di Giancarlo Alessandrini.Marin Mystère 345

La settimana delle uscite inedite si conclude con “Balaklava”, albo numero 45 della serie mensile Le Storie, in arrivo sabato 11 con testi di Luigi Mignacco, disegni di Salvatore Pezone e copertina di Aldo Di Gennaro. La storia è ambientata nel corso della Guerra di Crimea, il 25 ottobre 1854. La Brigata Leggera del britannico Lord Lucan si lancia dritta nella bocca fiammeggiante dell’artiglieria russa, in una folle impresa da cui pochi dei suoi cavalleggeri torneranno vivi. È la celebre “Carica dei Seicento” di Balaklava, un disastro militare ben noto agli storici. Frutto dell’incompetenza e della boria che contraddistingueva gli ufficiali inglesi – nonché delle rivalità personali che li dividevano – questo sanguinoso evento nasconde però anche un lato oscuro e segreto, che nessuno studioso ha mai potuto scorgere.Le Storie 45

Una folle mente assassina, una misteriosa cospirazione e un cattivo maestro sono protagonisti di Dylan Dog GrandeRistampa 59, albo bimestrale che restituisce al grande pubblico le avventure numero 175, 176 e 177 della serie regolare dell’Indagatore dell’Incubo. In uscita l’8 giugno, ha copertina di Corrado Roi e contiene al suo interno anzitutto “Il seme della follia” (Soggetto e sceneggiatura: Paola Barbato; Disegni: Luigi Piccatto): Chi ha preso la vita di Amber? E chi ha ucciso gli altri tre ragazzi? Dietro i delitti, un solo burattinaio, un cattivo maestro, un idolo della folla: il suo nome è Bloody Murray. Lui ha guidato la mano dell’assassino, scatenando la vendetta di Dylan, la cui mente è divorata dalla furia vendicatrice; La seconda storia è invece “Il Progetto” (Soggetto e sceneggiatura: Tiziano Sclavi, Disegni: Giampiero Casertano): Alden Clay non esiste. Ma non è il solo. Anzi, sono tanti quelli come lui, che lavorano, hanno una casa, una famiglia… eppure non esistono. Sono i cittadini ideali di un mondo ideale. Sono le avanguardie del “Progetto”, una misteriosa cospirazione su scala mondiale, che mira al controllo totale delle anime. Certo, qualche incidente di percorso di tanto in tanto accade; come quello che costa a Dylan un’accusa di omicidio. Per fortuna, patrocina la sua causa la giovanissima Lee Riker, animosa e innamorata. Ma forse anche Lee sta cambiando, sta cominciando a non esistere; L’ultima storia, infine, è “Il discepolo” (Soggetto e sceneggiatura: Tito Faraci, Disegni: Franco Saudelli): Non sempre è consigliabile rimettersi alla saggezza dei vecchi. Se non ci credete, provate a chiederlo a Dave Nolan. Sua madre, Helena, fa da governante a un anziano signore, Conrad Rathbone, solo e malato. Ma che sia anche indifeso, beh, questo è tutto da vedere. Dave da un lato, Dylan dall’altro, non tarderanno a scoprire come il vecchio Rathbone sia un’autentica miniera di sorprese.Dylan Dog GrandeRistampa 59

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui