The Neon Demon esce oggi in Italia.

Dopo aver spaccato in due la critica internazionale al Festival di Cannes, il regista danese Nicholas Winding Refn sbarca oggi in Italia con il suo nuovo lungometraggio.

Incentrato sulla discesa all’inferno di una innocente ragazza che, per sfondare nel mondo della moda, dovrà dimostrare a se stessa cosa è capace di fare, il visionario horror di Refn ha destato scalpore (e si è beccato anche una marea di insulti nelle sale francesi, almeno da quella parte di sala che non ha saputo apprezzare il film) per scene al limite della censura, fra necrofilia e cannibalismo.

L’iconoclasta regista danese ha recentemente parlato della sua nuova opera.

“Le donne sono sofisticate, superiori rispetto agli uomini. Fare un film del genere con protagonisti gli uomini sarebbe stato impossibile, perché l’argomento di cui tratta il mio lavoro è un argomento che appartiene solo al mondo femminile, gli uomini farebbero troppa fatica perfino a comprenderlo.”

Refn ha continuato riferendosi alle numerose critiche che sono piovute sul film: “Io faccio film un pubblico giovane, non giovane di età ma giovane di spirito. Persone che hanno la curiosità di scoprire cose nuove, mondi nuovi, diversi. Persone con più cultura, che sono affamate di cultura.”

Il regista chiude l’intervista con una frase emblematica: “Da un certo punto di vista, The Neon Demon rappresenta il futuro. Noi siamo i modernisti, e siamo contro i tradizionalisti. Quindi, l’ultima cosa che ho da dire è … Fanculo al sistema!”

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui