2. Golden week (29 aprile – 5 maggio)

La vita dei giapponesi è incorniciata da giornate frenetiche, turni di lavoro pesanti e stressanti, e notti in bianco.

Il tempo per riposarsi e per prendersi cura del proprio spazio relax è davvero infimo ed è proprio per questo che, quando arrivano le vacanze, i giapponesi le celebrano come un periodo quasi sacro.

Durante la famosa e attesissima Golden Week, tutto il Giappone si ferma.

I lavoratori dicono addio agli uffici, gli studenti mettono da parte i libri, e tutti i giapponesi non pensano ad altro se non a rilassarsi e a godersi le tanto meritate vacanze dopo la fatica accumulata durante l’anno. Per molti impiegati è davvero la vacanza più lunga di tutto l’anno!

Secondo un decreto stabilito e messo in atto dal 1948, la Golden Week ha inizio il 29 di aprile e finisce il 5 di maggio, ma a volte può comprendere anche il 28 o il 6.

golden-week

Si comincia a festeggiare già il 29 di aprile, dunque, ed è in questa giornata che ricade lo “Showa Day”, celebrato in onore del compleanno dell’imperatore defunto nel 1989. Anche dopo la sua morte, come tradizione vuole, la festività è rimasta.

Il Giorno della Costituzione, il 3 maggio, viene celebrato dal 1947, da quando la nuova costituzione giapponese è stata messa in vigore, due anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.

Il 4 maggio, invece, è la volta del Green Day, celebrato in onore della natura.

telegram_promo_mangaforever_2

L’imperatore dava molta importanza alla conservazione delle aree verdi di tutto il Giappone, ed era un amante della natura.

Durante questa giornata, le famiglie sono solite riunirsi all’aperto e amano coinvolgere i bambini in attività come coltivare fiori e orti, piantare alberi, donare un tocco di verde a tutta la Nazione e, soprattutto, tramandare i valori di rispetto e di conserva della preziosissima natura che ci circonda.

100509-047

Il giorno dopo, il 5 di maggio, si celebra una delle festività più amate e attese dai giapponesi: il giorno dei bambini.

L’allegria che caratterizza le personalità dei piccoli abitanti del Giappone è la vera protagonista di questa festa, e anche gli adulti amano ritrovarsi bambini per un giorno e trascorrere del tempo assieme a figli e nipoti.

In principio, il 5 maggio era il giorno dedicato solo ai maschietti e al legame condiviso con il proprio padre, perché quello delle femminucce si celebrava il 3 maggio. Solo successivamente, le due feste si sono unite.

Il simbolo del giorno dei bambini è il koinobori: un aquilone a forma di carpa.

koinobori-japan

Se vi trovate in Giappone proprio in quel giorno, preparatevi, ne vedrete a migliaia sventolare nel cielo, fuori dalle case e nei giardini.

È una tradizione che ha origini cinesi. Infatti, i cinesi credevano che le carpe in grado di nuotare controcorrente fossero in grado di trasformarsi in dragoni.

Il simbolo della carpa è di buon auspicio ai bambini, e augura di crescere forti e sani come draghi, nonostante le avversità che potranno travolgerli, esattamente come la corrente d’acqua per i pesci.

Gli aquiloni a forma di carpa possono anche essere abbelliti con piccole bambole a forma di samurai, simboleggianti il successo e la forza.

Un’altra tradizione è la preparazione dei mochi (polpette di riso schiacciato) con fagioli rossi (consumati nelle occasioni speciali) con foglie di quercia. Prendono il nome di Kashiwa-Mochi.

La Golden Week sarà la settimana più rilassante per i giapponesi, ma anche la più costosa per i turisti. Le prenotazioni vanno fatte in largo anticipo. La primavera giapponese attira davvero tutto il mondo a sé!

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui