Lutto nel mondo di Star Wars, morto il creatore di R2-D2

Pubblicato il 4 Marzo 2016 alle 21:57

Si è spento a 68 anni Tony Dyson, il padre del robottino blu e bianco più simpatico di Star Wars.

Tony Dyson, di nazionalità britannica, viveva dagli inizi degli anni novanta a Gozo, sull’isola di Malta. Gli amici che non lo sentivano da alcuni giorni, hanno avvertito le autorità che l’hanno trovato morto nella sua casa. Sarà l’autopsia ha svelare le cause della morte.

Nel 1977 fu lo stesso George Lucas a chiamarlo per lavorare sul progetto del robot che è diventato nel tempo un’icona della saga, comparendo in tutti gli episodi al fianco dell’inseparabile compagno C3 PO, anche in una piccola ma importante parte nell’ultimo Il Risveglio della Forza.

Costruì ben sette modelli del robot per il franchise di Star Wars. Successivamente si focalizzò sulla realizzazione dell’intelligenza artificiale e sulla robotica, lavorando per importanti compagnie come Sony e Toshiba. Lavorò nel settore degli effetti speciali anche per altri importanti film come Moonraker e Superman II.

 

Articoli Correlati

Mentre è finalmente approdata su Netflix Strappare lungo i bordi la prima serie animata di Zerocalcare (leggete qui la nostra...

17/11/2021 •

15:10

Le voci di corridoio riportate ad inizio anno che indicavano una nuova serie originale sul maghetto più famoso del grande...

17/11/2021 •

13:17

Mai giudicare un libro dalla copertina, ma anche una serie spesso solo dai primi episodi, soprattutto se pensata per una...

17/11/2021 •

12:49