C’erano pochi dubbi a riguardo ma finalmente è arrivata l’ufficialità: Inside Out ha vinto il premio Oscar come miglior film d’animazione 2016.

Dopo aver distrutto la concorrenza di Anomalisa, di Charlie Kaufman, Shaun – Vita da pecora, Quando c’era Marnie (Studio Ghibli) e Boy and the world, la Pixar torna ha vincere l’ambito premio (il dodicesimo), dopo essere rimasta a secco per due anni a beneficio della Disney (l’ultimo è stato Ribelle – The Brave, nel 2014).

Il film, che quest’anno ha già vinto il Golden Globe come miglior film d’animazione, ha incassato, per il momento, la bellezza di 851 milioni di dollari piazzandosi, sempre per il momento, al decimo posto tra i film d’animazione che hanno incassato di più nella storia.

Altri riconoscimenti ottenuti sono il British Academy Film Awards e le candidature come miglior film d’animazione agli Hollywood Film Awards e ai Teen Choice Awards.

Messo in tasca questo premio, la nota casa cinematografica californiana, che ha da poco compiuto i 30 anni d’attività, è già pronta a sbancare di nuovo al botteghino con un altro lungometraggio, in uscita quest’anno, che siamo sicuri registrerà altri incassi da record. Stiamo parlando di Alla ricerca di Dory, sequel del celebre film Alla ricerca di Nemo, in uscita il 14 settembre.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui