Mentre attendiamo di scoprire se il povero Leo riuscirà finalmente ad agguantare la tanto sospirata statuetta, scopriamo alcune curiosità riguardo questa edizione e la storia degli oscar.

Le nomination quest’anno sono state accompagnate da molte polemiche riguardanti soprattutto la categoria degli attori. L’hashtag #OscarsSoWhite ha dilagato e infatti questo è il secondo anno consecutivo in cui tutti i 20 attori nominati sono bianchi, evidenziando una poca diversità etnica a Hollywood

Rimanendo in tema attori, potrebbero guadagnarsi una statuetta alla loro prima nomination sia Alicia Vikander (Danish Girl) che Brie Larson (Room). Sylvester Stallone (Creed) invece ottiene il record per il maggior lasso di tempo passato tra due candidature per lo stesso ruolo (Rocky).

the-revenant-leonardo-dicaprio

La statuetta più auspicata è senza dubbio quella per Di Caprio (The Revenant) alla sua quinta nomination. Ma ad altri attori nella storia è andata anche peggio. Peter O’Toole con otto candidature, mentre per le donne troviamo Deborah Kerr, Thelma Ritter e Glenn Close con sei nomination e zero vittorie.

Sempre quest’anno ci sono altri record, Steven Spielberg guadagna il maggior numero di nomination per i suoi film, ovvero 128, John Williams (Star Wars) arriva alla sua cinquantesima candidatura mentre il nostro Ennio Morricone (The Hateful Eight) è l’uomo più anziano mai nominato.

Il compositore non raggiunge però il record assoluto di 59 nomination di Walt Disney con ben 22 premi vinti. Mentre i film più premiati sono Ben Hur, Titanic e Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re con 11 oscar vinti, quest’ultimo facendo en plein viste le altrettante nomination.

Al contrario troviamo anche film che a fronte di 11 o 10 candidature son tornati a casa a mani vuote: Due vite Una svolta, Il colore Viola, Gangs of New York, Il Grinta, American Hustle.

Gli attori che si sono aggiudicati il maggior numero di premi sono Katharine Hepburn, unica con 4 statuette, e Meryl Streep, Jack Nicholson, Ingrid Bergman, Walter Andrew Brennan e Daniel DayLewis con 3 premi, quest’ultimo unico attore ad averli vinti tutti come attore protagonista.

Petroliere-DayLewis

L’attore più giovane che abbia mai vinto un oscar è stata Tatum O’Neal a soli 10 anni mentre il premio per l’interpretazione più breve va Beatrice Straight con i suoi 5 minuti e 4 secondi in Quinto Potere. Ricordiamo anche Sandra Bullock che nello stesso anno ha vinto Oscar e Razzie.

Ovviamente l’Italia, soprattutto nella sua epoca d’oro è stata protagonista ed è il paese con il maggior numero di premi, 14 su 31 nomination e tra i registi spicchiamo con Vittorio De Sica e Federico Fellini, entrambi con 4 statuette.

Un’ultima curiosità legata proprio alla statuetta che si chiama Oscar perché la segretaria dell’Academy, Margaret Herrick, vedendola per la prima volta, disse che assomigliava a suo zio Oscar. Il premio è placcato in oro 24 carati ed è alto 35 centimetri.

La premiazione si terrà il 28 febbraio, condotta da Chris Rock sul palco del Dolby Theatre e verrà trasmessa dalla CBS, mentre in Italia potremmo vederla su Sky Cinema Oscar e in chiaro su Cielo.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui