L’editor, da 14 anni alla Dc, parla di cosa cambierà nell’universo della casa editrice dopo Rebirth.

Come il direttore creativo della DC (e principale burattinaio dell’evento) Geoff Johns ha già spiegato, Rebirth tenterà di riportare i personaggi della casa editrice alla loro essenza originale, recuperando gli elementi che li caratterizzavano ma si sono un po’ persi nei New52 e ricostruendo un universo condiviso tenuto insieme da una forte continuity.

Dan DiDio, co-publisher della DC insieme a Jim Lee, ha confermato in una video-intervista a ComicVine che questo sarà lo spirito dell’iniziativa e come cambierà il parco titoli dell’editore (con molte testate che diventeranno quindicinali), per poi stuzzicare la curiosità dei fan affermando che nello speciale che a maggio darà il via all’evento, DC Comics: Rebirth #1 (di Johns, Ethan Van Sciver, Ivan Reis, Phil Jimenez e Gary Frank) potranno leggere

Quella che credo sia la singola scena DC più controversa da quando lavoro qui.

Considerando che DiDio lavora alla DC dal 2002 e ha assistito da editor a diverse Crisi e al reboot New52, si tratta indubbiamente di un’affermazione pesante.

Avremo nuove informazioni su Rebirth, compresi quasi sicuramente i team creativi che si occuperanno degli oltre 30 titoli rilanciati, durante il Wondercon di San Diego, tra il 25 e il 27 marzo.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui