ATTENZIONE: contiene spoiler della quinta stagione. NON PROSEGUIRE se non l’avete vista! La quinta stagione di GoT ci ha mostrato diverse scene di violenza verso le donne, facendo scaturire molte critiche

L’ultima stagione di Game of Thrones ha portato sugli schermi dei telespettatori forti scene di violenza contro le donne: dall’incarcerazione di Cersei Lannister e Margaery Tyrell, allo stupro subito da Sansa Stark ad opera di Ramsay Bolton, l’orrenda scena dell’esecuzione di Shireen Baratheon sul rogo, fino ad arrivare all’ultima puntata, dove protagonista della parte centrale è la lunghissima, violenta e cruda “walk of shame” della precitata regina Lannister. “Shame”, vergogna.

In questa scena tutti gli orrori commessi dalla crudele Cersei riescono a passare in secondo piano, tra gli sputi, le percosse e gli insulti che arrivano dalle due ali di folla ai bordi della strada verso la Fortezza Rossa, facendo emergere tutta la crudeltà del popolo.

Game of Thrones Series 5  Season 5 Episode 10 handout ... Game of Thrones, Series 5,Episode 10,Mother's Mercy,Sky Atlantic, Headey, Lena as Cersei Lannister

Game of Thrones non è indirizzato agli spettatori in cerca di evadere dalla realtà, ma riflette l’orrore presente nella società.

Tutto quello che so, è che accendo la tv sul notiziario, vedo un ragazzo che è affogato sulla costa, o video in cui vengono decapitati dei bambini.

L’orrore della natura umana è prevalente nella nostra società, apprezzo che le persone vogliano guardare programmi in cerca di evasione, ma se è così non dovrebbero guardare Game of Thrones.

Immagini forti quelle espresse dalla Dormer, che risponde così a coloro che pensano che in questa stagione lo show HBO si sia spinto troppo oltre.

Negli scorsi giorni anche l’autore-produttore Bryan Cogman ha difeso lo show, in particolare la scena dello stupro di Sansa:

Dopo aver deciso di far accadere il matrimonio tra Sansa e Ramsay ci siamo chiesti: cosa potrebbe mai accadere durante la notte di nozze?

E abbiamo preso la decisione di non vergognarci di mostrare la realtà dei fatti in quella notte seguente alla cerimonia di matrimonio, di mostrare la realtà della situazione e di questo mondo in particolare.

Se non lo fai, le persone pensano ci sia la vergogna di mostrare determinate cose; se invece lo fai, tutto ciò che mostri è decontestualizzato e criticato.

Aggiunge inoltre la motivazione per la quale la scena dello stupro alla fine si sposti su Theon Greyjoy, dicendo che non è per spostare la storyline su di lui, ma la scelta è stata presa poiché era la prima scena di questa natura girata da Sophie Turner, e non volevano mostrare così l’attacco.

Mi spiace la scena sia stata vista in questo modo, non volevo farla apparire così. Avremmo potuto restare sul volto di Sansa per il resto della scena, sarebbe stata una scelta perfettamente valida. Per me invece l’attenzione era tutta sul rispettare Sophie

game-of-thrones-sansa-ramsay-wedding-hbo

Game of Thrones riprenderà con la sesta stagione il 24 aprile. In Italia la serie è trasmessa da Sky Atlantic e in chiaro da Rai4.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui