La rassegna delle anteprime 2016 della Sergio Bonelli Editore giunge a farci scoprire il nuovo anno di Dylan Dog, personaggio che varca il traguardo dei suoi primi trenta anni di vita editoriale.

Franco Busatta e Roberto Recchioni nella casa virtuale della Bonelli anticipano avventure e autori dell’Indagatore dell’Incubo nell’anno da poco cominciato, in un articolo a loro firma dal quale sono tratte anche le immagini che fanno bella mostra in questa pagina.

Ma entriamo nel dettaglio: sulla serie regolare per le matite di Paolo Martinello, Paola Barbato firma una delle sue vicende più angoscianti e oniriche, “L’uomo dei tuoi sogni”, nella quale un personaggio misterioso, all’interno di un sogno condiviso, esige un prezzo che nessuno è disposto a pagare. Il tutto introdotto da una copertina annunciata come sorprendente e specialissima.

Ad Alessandro Bilotta, poi, si dovrà una trama incentrata sull’ufficio visto come realtà disumanizzante, in bilico tra Franz Kafka e il “Brazil” di Terry Gilliam. Ai pennelli il copertinista di Morgan Lost, Fabrizio De Tommaso. A seguire, dopo una lunga latitanza, ritorna a bordo della testata dedicata a Dylan Dog Pasquale Ruju, che tramite i disegni del duo Armitano/Furnò immerge l’Indagatore dell’Incubo nell’orrore degli snuff movies.

Sempre sulla serie regolare, inoltre, nel corso dell’anno una nuova interpretazione del mito del vampiro sarà proposta ai lettori da Giancarlo Marzano e Giulio Camagni, mentre Fabrizio Accatino e Roberto Rinaldi porranno l’inquilino di Craven Road di nuovo alle prese con la forza terrificante e primordiale del mare. Gigi Simeoni, invece, coadiuvato da Giovanni Freghieri e Bruno Brindisi ha sceneggiato due albi intrecciati tra loro: il primo legato agli orrori dell’infanzia, il secondo ai misteri dell’amore. Riflettori puntati, infine, sull’albo del trentennale, il numero 361, interamente in technicolor, scritto da Roberto Recchioni per i disegni e i colori di Gigi Cavenago, che segnerà il ritorno in scena di Xabaras, Morgana e Mater Morbi. E queste sono le anticipazioni solo per quel che riguarda la serie regolare.

Sul fronte degli albi extra, si comincia con il secondo Dylan Dog Magazine, nel quale andranno in scena gli orrori del matrimonio messi su carta dal duo costituito da Alberto Ostini e Paolo Bacilieri. Il primo si riaggancerà poi alla vicenda, in coda alla pubblicazione, con un episodio breve, contrappuntato da toni di rosso, illustrato da Luca Genovese.

Per quel che concerne il Dylan Dog Colorfest, anzitutto c’è da sottolineare come, d’ora in avanti, gli appuntamenti annuali saranno quattro. Dopo quello di febbraio (Dylan Dog Colorfest 16, “Tre passi nel delirio”), all’insegna della sperimentazione, il successivo, in edicola a maggio e intitolato “Baba Yaga”, sarà costituito da un’unica storia di 96 pagine e vedrà l’Inghilterra dylaniata infestata dalla tradizionale strega russa in una storia con testi di Paola Barbato, disegni di Franco Saudelli e colori di Oscar Celestini.

In estate, invece, ritorna il popolare duo Montanari & Grassani, alle prese con tre classici pre-nuovo ciclo sceneggiati da Giovanni Di Gregorio per il tradizionale appuntamento con Maxi Dylan Dog Old Boy, testata che avrà anche la consueta pubblicazione autunnale firmata da Giovanni Eccher e Luigi Piccatto, che offriranno ai lettori un insolito approccio ai festeggiamenti di Halloween.

Nel secondo Speciale dedicato all’apprezzata saga del Pianeta dei Morti, infine, la guerra tra i morti-viventi e i vivi-morenti continuerà più che mai a tenere banco. Ad affiancare Alessandro Bilotta saranno, stavolta, le espressionistiche chine di Giulio Camagni.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui