Dear Angelica
Dear Angelica è il terzo film virtuale prodotto da Oculus Story Studio che sfrutta le innumerevoli capacità finora inespresse dell’ormai prossimo Oculus Rift.

Lo Studio si è posto una domanda molto interessante a cui ha fornito una risposta altrettato encomiabile: secondo il loro team il posto migliore per creare un film utilizzando realtà virtuale sarebbe proprio all’interno della realtà virtuale stessa.

Con questo loro intento è stato progettato Dear Angelica, film che è stato presentato in anteprima mondiale durante il Sundance Film Festival a Park City nello Utah.

Questo festival è dedicato al cinema indipendente ed è in corso di svolgimento dal 21 gennaio 2016 e si concluderà il 31 del corrente mese.

Con questo ultimo film lo studio cercherà di fornire nuove tecniche alla comunità cinematografica della realtà virtuale, consentendo agli spettatori di vivere come se fossero in un dipinto e facendo loro utilizzare Oculus Rift ed i suoi touch controller come se fossero dei pennelli innovativi di ultima generazione.

Da questo nuovo utilizzo di Oculus è stato creato Dear Angelica, un film che racconta la storia di Jessica, una ragazza adolescente che cerca di esplorare i ricordi di sua madre in fase di morte.

Si può dire che dalla tragicità dell’evento della morte, possono prendere vita gli approcci più disparati, analizzando la visione dell’evento che sta per accadere secondo molteplici punti di vista, visto e considerato anche il ruolo della madre che è quello di attrice.

E’ come se si generasse un film nel film, in cui finzione, tragicità, magia, fantasia si uniscono e danno ad ogni spettatore, che interagisce con la realtà virtuale di questo film, un “plot” sempre diverso ed in continuo divenire; il tutto raffigurato attraverso la bellezza e la dinamicità dei movimenti tridimensionali virtuali resi possibili dalle possibilità offerte da Oculus.

Tutto questo è stato anche reso possibile da una nuova applicazione di Oculus Rift, detta Quill, che ha permesso a Wesley Allsbrook, direttore artistico della produzione del film, di disegnare in 3D utilizzando il touch controller di Oculus per muovere le sue creazioni in modo da vederle secondo le più disparate angolature.

Così facendo, sempre secondo la Allsbrook, i sogni della protagonista potranno prendere vita all’interno di questo film, mischiandosi forse con i nostri sogni all’interno della nostra realtà virtuale e dando vita ad una sorta di effetto Matrix.

Una data ufficiale e certa per questo film non c’è ancora; si sa solamente che Dear Angelica sarà disponibile per Oculus Rift nel corso del 2016.

(fonte techtimes)

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui