Robert Kirkman mentì alla Image per far pubblicare The Walking Dead

Pubblicato il 25 Gennaio 2016 alle 10:00

Il fumetto con il più grande successo economico degli ultimi 10 anni ebbe il via libera dall’editore grazie a una bugia di Kirkman sul genere della storia.

È difficile oggi, nel 2016, immaginare un mondo senza The Walking Dead: dopo 150 numeri mensili, innumerevoli ristampe e raccolte, 6 stagioni di un telefilm di enorme successo con relativo spin-off, videogame e merchandising il fumetto di Robert Kirkman, Tony Moore e Charlie Adlard si è conquistato un posto nella storia della cultura popolare. Eppure tutto questo non sarebbe mai avvenuto se 13 anni fa lo sceneggiatore non avesse raccontato una balla ai suoi editori della Image.

Robert Kirkman - The Walking Dead _ Season 4, Episode 2 _ BTS - Photo Credit: Gene Page/AMC
Robert Kirkman

Nel 2003 Kirkman aveva appena iniziato la pubblicazione di Invincible ed era un giovane fumettista ancora alle prime armi. Decise di proporre sempre alla Image, allora guidata da Eric Stephenson e Jim Valentino, un’altra serie che presentò come un classico survival horror ‘gruppo di umani vs. zombie’. I due editori accolsero tiepidamente l’idea e preparandosi a bocciarla gli dissero che “Nessuno avrebbe voluto un fumetto che parlasse solo di zombie” e che era “un concept interessante ma non abbastanza.”. Fu allora che Kirkman, convinto della sua idea, inventò uno sviluppo a sorpresa per TWD per convincerli a dargli un’opportunità.

Racconta lo stesso Kirkman:

Mentii loro e dissi “Allora, andrà così: la serie partirà come vi ho detto, ma man mano che andrà avanti ci sarà la rivelazione che in realtà sono stati gli alieni a causare l’epidemia di zombie. E poi ci sarà una grande battaglia tra gli umani e gli alieni, che avevano fatto tutto questo per indebolire le forze militari degli umani, e alla fine ci sarà una grande invasione aliena.”

In TWD #75 Kirkman ricorderà ironicamente la sua bugia facendo vivere a Rick un incubo sci-fi con zombie e alieni.
In TWD #75 Kirkman ricorderà ironicamente la sua bugia facendo vivere a Rick un incubo sci-fi con zombie e alieni.

Il twist fantascientifico conquistò gli editori e la Image diede luce verde a The Walking Dead.
Solo dopo l’uscita del primo numero Stephenson, insospettito dalla mancanza di accenni agli alieni, chiese spiegazioni a Kirkman, il quale ammise candidamente di avergli detto una balla (ma si è sempre detto pentito di aver mentito a Valentino, suo amico e mentore). TWD era stato accolto con entusiasmo da pubblico e critica e anche Stephenson riconobbe che la storia poteva funzionare anche senza presenze extraterrestri.

Chissà, se i primi numeri di The Walking Dead non fossero andati bene magari oggi leggeremmo “Rick Grimes contro i tentacoloidi dello spazio profondo”.

Fonte: CBR

Articoli Correlati

Il nuovo trailer di The Batman è stato diffuso in occasione dell’evento DC FanDome 2021 dopo le anticipazioni dei giorni...

16/10/2021 •

22:42

Dwayne “The Rock” Johnson porta l’antieroe Black Adam sul grande schermo e durante il DC FanDome 2021 i fan...

16/10/2021 •

22:39

In occasione dell’evento DC FanDome 2021 sono state diffuse le prime sequenze di The Flash. Il film sul Velocista...

16/10/2021 •

22:21