Sono oramai passati più di 2 anni dall’arrivo sul mercato di Playstation 4, approdata nelle case degli italiani a novembre 2013, ma il prodotto di casa Sony, seppure protagonista di eccellenti dati di vendita non è ancora riuscito a convincere completamente critica e giocatori. A causa di continue controversie riguardanti le fatidiche cifre 1080p/60fps e la non esaltante presenza numerica di esclusive di peso, l’arrivo della next-gen in termini di parco titoli non ha sicuramente lasciato i videogiocatori a bocca aperta.

Se Microsoft ha iniziato a sparare cartucce pesanti a partire da settembre con il trittico Forza Motorsport 6, Halo 5 e Rise of The Tomb Raider, Playstation 4 è rimasta completamente all’asciutto negli ultimi mesi dell’anno (non bastano remastered come Beyond: Two Souls ed espansioni come The Old Hunters) e rimangono quindi molti gli interrogativi sulla sua line-up in vista del 2016.

Per quanto i 30 milioni di unità vendute rendano la situazione di Sony abbastanza rosea, la compagnia di Shuhei Yoshida ha comunque bisogno di conquistare pienamente la fiducia dei prossimi acquirenti e dei possessori di Playstation 4. Unico modo per farlo: sviluppare giochi in esclusiva.

Questo in realtà è l’unico vero difetto imputabile alla console, visto che fin dai primi momenti Sony Computer Entertaiment è stata brava a leggere l’umore del pubblico, approfittando di sfortunate scelte operate dai competitor. Il 2016 si prefigura quindi come una grossa opportunità di riscatto da questo punto di vista, con una serie di importanti titoli in grado di rimpolpare le fila delle esclusive Playstation 4.

Vediamo quindi in dettaglio che novità possiamo aspettarci per questo 2016.

In realtà ci sono ben poche certezze, almeno per ora, riguardo le uscite di titoli first-party nel 2016 e benché per quanto riguarda alcuni giochi molti indizi costituiscano una prova, nella maggior parte dei casi la quantità di informazioni a disposizione si rivela essere piuttosto risicata.

Tra i giochi che sicuramente potremo testare con mano il prossimo anno troviamo già a febbraio tre perle come Gravity Rush: Remastered, Firewatch e l’attesissimo Street Fighter V.

Seppure il primo si tratti solamente di una versione rivista del capitolo originale uscito per Playstation Vita, resta comunque un ottimo gioco che merita molta più attenzione di quanta ne abbia ricevuta fino ad ora.

Per quanto riguarda invece Street Fighter V non c’è bisogno di presentazioni, il nuovo capitolo della fortunata serie curata da Yoshinori Ono approderà su Playstation 4 il 16 febbraio 2016 e presenterà un gameplay migliorato rispetto agli episodi precedenti. Se a ciò aggiungiamo anche titoli come Heavy Rain e Beyond: Two Souls Collection, Shadow of The Beast ed Alienation, tutti e tre in uscita a marzo, allora ecco che si delineano dei primi tre mesi molto corposi, ma non eccezionali.

Questo perchè almeno fino al 27 aprile, data di uscita di Uncharted 4, ultima fatica dei ragazzi di Naughty Dog, mancherà un vero e proprio system seller, quel titolo capace di vendere almeno 6-8 milioni di copie.

Certo, il 12 aprile arriverà nei negozi un certo Ratchet and Clank, ma è difficile pensare che il titolo di Insomniac Games riesca ad attrarre un così vasto numero di giocatori. Più probabile che esso invece venda molte copie nei mesi successivi alla data di rilascio, quando la concentrazione di giochi in uscita risulti meno affollata.

Uncharted-4

Uncharted 4 ha sicuramente questo obiettivo, e mai come ora gli sviluppatori diretti da due delle menti più creative di tutto il panorama videoludico, Neil Druckmann e Bruce Straley, si trovano a dover fronteggiare un livello di pressione e di aspettative così grande. L’eredità dei precedenti capitoli e del più recente The Last of Us  rendono tutt’altro che facile il compito dei Naughty Dog, che fin dall’inizio si sono dovuti preoccupare di rassicurare i videogiocatori sulla direzione presa durante lo sviluppo di Uncharted 4.

L’ultimo capitolo con protagonista l’avventuroso Nathan Drake sarà un vero e proprio Uncharted, scanzonato ed irriverente come i precedenti episodi, hanno ripetuto più volte gli sviluppatori, tuttavia i frammenti visti fino ad ora non sollevano completamente i dubbi relativi all’atmosfera del gioco. A partire dalle scelte multiple e dagli argomenti stessi del primo dialogo, passando per l’ultimo teaser proiettato negli Stati Uniti prima di Star Wars, l’atmosfera del gioco sembra tingersi di tonalità più scure rispetto ai precedenti episodi, focalizzandosi sul contrasto tra la passione di Nathan Drake per l’avventura, il senso del pericolo e l’importanza che per lui ricoprono i rapporti e la sicurezza delle persone cui tiene maggiormente nella vita.

Il tutto sembrerebbe comunque seguire sempre i canoni delineati in oltre otto anni dai predecessori con l’aggiunta di una maggiore attenzione nelle relazioni tra i personaggi e nella loro caratterizzazione. Nonostante i problemi che sembrano essere spuntati durante lo sviluppo del gioco, rimandato ormai per ben due volte, la qualità a cui Naughty Dog ha da sempre abituato i videogiocatori lascia sicuramente ben sperare.

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui