Le nuove batterie Sony garantiranno fino al 40% in più di autonomia

Pubblicato il 19 Dicembre 2015 alle 20:34

Una delle caratteristiche cardine, sulla quale gli utilizzatori di smartphone e dispositivi portatili, in genere, si focalizzano con una buona frequenza, è la fatidica durata della batteria, che nella maggior parte dei casi lascia insoddisfatti oppure non totalmente soddisfatti, portando, spesso, gli acquirenti a munirsi di caricatori esterni, da portarsi appresso, durante le giornate più impegnative.

Giustamente, tra i componenti sui quali le aziende produttrici di dispositivi elettronici stanno più intensamente lavorando è proprio quello delle batterie, cercando di trovare un compromesso conveniente in grado di offrire un punto di svolta, rispetto all’attuale tecnologia in commercio.

Di fronte a cellulari che offrono prestazioni sempre più elevate, utilizzando processori mutli-core (spesso anche a 8) e in grado di supportare risoluzioni in QuadHD (2560×1440) e 4K (3840×2160) le rispettive batterie in essi utilizzate non reggono il confronto nel progresso tecnologico delle altre componenti.

Gli escamotage effettuati dai produttori sono stati diversi negli ultimi anni, a partire da un’ottimizzazione sempre più mirata dei vari sistemi operativi, fino all’utilizzo della ricarica veloce.

Come starete pensando, sono tutte soluzioni, che non agiscono alla base del problema, ma secondo una recente dichiarazione pubblicata da Nikkei, sarebbe in corso un netto incremento nella ricerca di soluzioni innovative da parte del colosso giapponese Sony, creatrice delle pile al litio sin dal 1991 ed oggi, secondo le fonti, pronta a lanciare sul mercato una batteria da smartphone in grado di garantire il 40% di autonomia in più rispetto alle attuali batterie al litio.

Sony avrebbe infatti sviluppato una batteria realizzata con un composto di sali di zolfo capace di incrementare notevolmente la durata della batteria stessa, occupando nel contempo il 30% in meno di spazio. Si pensi che se Apple avesse utilizzato tale soluzione sul nuovo iPhone 6S, avrebbe garantito ai propri utenti una navigazione web di circa 14 ore.

Il rovescio della medaglia consiste però nel fatto che ad ogni ricarica si verifica una veloce degradazione della batteria, e per questo motivo si ritiene che la tecnologia sviluppata da Sony necessiti di almeno altri 5 anni prima di poter essere immessa sul mercato.

Non mancheremo di riportarvi ulteriori novità in merito ad eventuali rivelazioni nel breve e medio periodo.
E voi che dite, con i vostri attuali dispositivi mobili, sentite la necessità di un punto di svolta sotto questo punto di vista?

Fonte: Commentcamarche

Articoli Correlati

ATTENZIONE L’ARTICOLO CONTIENE SPOILER SUL JUJUTSU KAISEN 161 Il capitolo inizia mostrandoci due nuovi personaggi...

03/10/2021 •

09:00

La serie anime che adatta Edens Zero si è conclusa oggi, Sabato 3 Ottobre 2021, con l’episodio 25. L’account Twitter...

02/10/2021 •

22:16

Tutte le uscite Panini DC Italia del 7 ottobre 2021, direttamente dal sito Panini; scopriamo insieme le novità della casa...

02/10/2021 •

14:00