Le modalità sono simili al caso che ha coinvolto One Piece nei giorni scorsi.

Torniamo a parlarvi di casi di pirateria in cui i capitoli dei manga vengono diffusi illegalmente sul web prima ancora dell’uscita della rivista su cui vengono serializzati.

Dopo One Piece tocca a un altro popolare manga per ragazzi, The Seven Deadly Sins di Nakaba Suzuki (pubblicato in italiano da Edizioni Star Comics): la polizia di Kyoto ha arrestato altri due cinesi con l’accusa di violazione del diritto d’autore, sospettati di aver scansionato e caricato su siti pirata esteri il più recente capitolo della serie prima della distribuzione ufficiale di Weekly Shonen Magazine.

seven deadly sins shonen magazine 26 2015

 

Stando alla polizia, che sta ventilando l’ipotesi che ci siano molti altri gruppi cinesi che compiono lo stesso reato in Giappone, i due avrebbero ricevuto la rivista dallo stesso sessantanovenne impiegato nella compagnia di trasporti che passò Shonen Jump agli altri tre cinesi fermati dalle autorità qualche giorno fa. Poche ore dopo la consegna, il capitolo è finito in rete tradotto in inglese.

L’uomo ha deposto di aver venduto le riviste (che doveva consegnare dalla tipografia ai punti vendita) senza averne la facoltà, ma di ignorare l’uso che ne sarebbe stato fatto.

Fonte: ANN

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui