Al Lucca Comics and Games appena trascorso è stato annunciato che la testata a colori di Dylan Dog prodotta dalla Sergio Bonelli Editore subirà molti cambiamenti.

Il prossimo Color Fest su Dylan Dog che arriverà nelle edicole sarà molto diverso da quelli pubblicati finora. A cambiare è addirittura la cadenza: ogni anno verranno pubblicati 4 Color Fest. Quindi la testata diventerà da semestrale a trimestrale. E se le uscite aumenteranno, il numero di pagine diminuirà: da 132 pagine si passerà a 94 pagine. La carta usata non sarà più quella lucida ma sarà la stessa carta usata per Orfani.

Roberto Recchioni, curatore di Dylan Dog,  ha spiegato che la colorazione digitale è arrivata ad offrire una brillantezza e dare un risultato così soddisfacente anche sulla carta porosa che si è deciso di abbandonare quella lucida poiché alza di molto il prezzo di copertina dell’albo. Grazie alla diminuzione delle pagine e all’adozione di un tipo diverso di carta il costo della pubblicazione si abbasserà, ovviamente.

Le storie contenuta in questa testata non avranno più il limite delle 32 due pagine ma potranno avere una durata variabile.

Per questa scelta viene data agli autori completa carta bianca. Il primo Color Fest di questo tipo conterrà delle storie scritte e disegnate da Ausonia, Akab e Marco Galli e la copertina sarà realizzata da Arturo Lauria.

 

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui