Solo inediti nella settimana della casa editrice milanese, ben 5!

La settimana Bonelli comincia con l’uscita di Julia 206, fissata per martedì 3 novembre. Il mensile, intitolato “Lost in web”, ha soggetto di Giancarlo Berardi, sceneggiatura dello stesso Berardi e di Maurizio Mantero, disegni di Giuseppe Candita e copertina di Cristiano Spadoni. Alla porta di Julia si presenta un giovane: ha bisogno dell’acume della criminologa per venire a capo di un mistero… Assiduo videogiocatore, anni prima, Duane ha conosciuto Jenny. Dopo aver vissuto alcune avventure insieme, nei panni virtuali dei rispettivi avatar, i due si erano incontrati di persona e, il giorno dopo, la ragazza aveva perso la vita in un incidente. Come è possibile, dunque, che appaia in una fotografia senza dubbio recente? Che fine ha fatto, realmente, Jenny Preston? E di chi era il cadavere che Duane ha pianto al funerale della ragazza?Julia 206

L’impossibile è accaduto e Hellingen torna a minacciare lo Spirito con la scure e l’umanità intera così come apprendiamo in Zagor numero 604, in edicola dal 4 novembre col titolo di “Mad Doctor”. Hellingen è dunque vivo. Le macchine degli Akkroniani lo hanno “ricreato”, dando il via a una catena di sconvolgenti eventi, tanto che, quando Zagor si ritroverà faccia a faccia con il suo antico nemico, non potrà contare sugli alleati che si aspettava di trovare schierati dalla parte della giustizia. Il mensile ha firme di Moreno Burattini (testi), Gianni Sedioli e Marco Verni (disegni) e Gallieno Ferri (copertina).Zagor 604

Giovedì 5 sarà la volta di Adam Wild numero 14, mensile intitolato “Incendio allo zoo” e firmato da Gianfranco Manfredi, Darko Perovic, Luca Casalanguida e Marcello Mangiantini. Un raro esemplare di tigre bianca viene fatto scappare dalla sua gabbia nello zoo di Londra. Un killer provocatore approfitta del caos per far perdere le proprie tracce. Per Adam e Amina è difficile poter distinguere tra amici e nemici. Ogni giorno e ogni notte, nella capitale britannica li aspetta una nuova imboscata. Narciso, intanto, studia le carte di un’esplorazione leggendaria e altrettanto fitta di misteri.Adam Wild 14

Venerdì 6 novembre appuntamento con Dampyr numero 188, “Il marchio giallo di Carcosa”. Mentre ancora echeggiano le enigmatiche strofe della misteriosa “Canzone di Cassilda”, gli attori del “Lortel Theatre” di Manhattan sfogliano con mani tremanti il copione del “Re in Giallo”, il leggendario dramma che conduce alla follia. Un vecchio filmato mostra un uomo senza memoria apparso a Pripyat, in Ucraina, che afferma di provenire dalla città immaginaria di Carcosa. Nel cimitero del Père Lachaise, a Parigi, Angélique Marais incontra un essere mostruoso che le chiede il “Segno Giallo”! Che cosa sta accadendo? Davvero c’è qualcosa di reale nelle fantasie letterarie di Bierce, Chambers e Lovecraft? C’è una città perduta chiamata Carcosa? Esiste la spaventosa creatura nota come il “Re in Giallo”? La confraternita di Kuen-Yuin vuole davvero riportare sulla terra il culto dei Grandi Antichi? Sta ai nostri eroi cercare di scoprirlo, ma, mentre Kurjak riceverà la Pallida Maschera, Harlan piomberà nelle grinfie di un’amante infernale. Il mensile ha soggetto e sceneggiatura di Mauro Boselli, disegni di Marco Santucci e copertina di Enea Riboldi.Dampyr 188

Sabato 7 novembre appuntamento con Tex 661, albo mensile dal titolo “Ricercato vivo o morto!” e firmato da Mauro Boselli (testi), Giacomo Danubio (disegni) e Claudio Villa (copertina). Il giovane Jeff Cartland è stato accusato dell’omicidio di Frank Hayward, figlio di un influente e potente ranchero… Sulla sua pista si incrociano i destini di vari gruppi di bounty hunters, dei sicari al soldo di Derek Hayward, il padre del ragazzo ucciso, e dello sceriffo Dawson, uomo di legge dalla lealtà mal riposta… Per evitare un linciaggio sommario e vederci chiaro, Tex Willer e Kit Carson si troveranno ad affrontare nemici da più fronti perché, sulla testa dell’uomo che tutti cercano, c’è una lauta taglia che dice: vivo o morto!Tex 661

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui