La prima serie inedita degli ultimi diciotto anni è in onda da Luglio. Un adattamento manga è in corso da Giugno.

Nel lungometraggio animato Dragon Ball Z La Resurrezione di ‘F’, uscito anche nei cinema italiani lo scorso Settembre, Akira Toriyama ha introdotto una nuova evoluzione per i Saiyan, ripresa nella serie tv Dragon Ball Super, definita Super Saiyan God Super Saiyan — una specie di scioglilingua insomma.

A ovviare alla lunghezza (e goffaggine, secondo alcuni) del nome ci ha pensato Toyotaro nel più recente capitolo del manga ispirato a Dragon Ball Super attraverso uno scambio di battute tra Goku, Vegeta e Whis: visto che la trasformazione rende azzurri i capelli dei Saiyan, l’assistente del Dio della Distruzione taglia corto e propone di ribattezzare l’evoluzione Super Saiyan Blue, nome subito ripreso e utilizzato anche dalla voce narrante del manga.

super saiyan blue

Dragon Ball Super (Dragon Ball Cho in originale), ideato da Akira Toriyama e diretto da Kimitoshi Chioka (Digimon Frontier, Kitaro dei Cimiteri) presso gli studi di Toei Animation, è il sequel di Dragon Ball Z: ambientato dopo la saga di Majin Buu, racconta gli eventi dei lungometraggi La Battaglia degli Dei e La Resurrezione di F prima di procedere con un’avventura inedita ambientata nello spazio.

Fonte: Kotaku

telegra_promo_mangaforever_2

3 Commenti

  1. La scenetta comica dove Goku si morde la lingua a furia di pronunciare ‘sto nome lunghissimo è davvero spassosa, eh eh! Più che altro, mi stupisce che “God” non sia presente nel nuovo nome, dato che rappresenta l’evoluzione di una Divinità dei Saiyan. Ma forse, era un modo per burlarsi dell’aspetto della trasformazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui