2. Le Straordinarie Avventure di Penthotal di Andrea Pazienza

Pentothal

Giovane, talentuoso, inarrivabile, autodistruttivo, seducente, coraggioso, indifferente, bisognoso, libero, disilluso, ironico, autoironico, una valvola di sfogo per una generazione perduta, sommerso da una politica che non ascolta, da esperienze dal quale non fare più ritorno (stupefacenti), per evadere da una vita che stringe e soffoca senza lasciare speranze alcune.

Questo è Andrea Pazienza, questa è Arte, questo è Fumetto che vivrà oltre l’autore, morto a 32 anni nel 1988, e sicuramente oltre me e voi che leggete.

Non ci sono mezze misure con Andrea Pazienza si viaggia da un estremo all’altro, in una lucida follia che come la vita è incoerente per mantenerne lo schema infinito, marcio, cattivo, subdolo e per questo giusto.

Prendere o lasciare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui