Ms. Marvel e Guardiani della Galassia vincono agli Hugo Awards, ma non mancano le polemiche

1
Gli Hugo Awards sono stati assegnati sabato sera all’INB Performing Arts Center di Spokane, Washington. Ma l’assegnazione dei premi ha fatto registrare uno strano record …

Ci sono stati diversi vincitori con merito agli Hugo Awards. “I Guardiani della Galassia” hanno vinto il premio Best Dramatic Presentation – Long, mentre la vittoria dell’episodio di “Orphan Black” (“By Means Which Have Never Yet Been Tried”) ha messo fine al regno di “Dr Who” nella categoria Best Dramatic Presentation – Short. G. Willow Wilson, Adrian Alphona, e Jake Wyatt hanno portato a casa il premio per la Best Graphic Novel, con “Ms Marvel, Volume 1: No Normal”. 

Tuttavia, il dato per cui verrà ricordata la cerimonia di quest’anno, è che molti premi sono rimasti vacanti. Ben cinque categorie, infatti (Best Novella, Short Story, Related Work, Editor Short Form, and Editor Long Form) non sono state assegnate: secondo il loro sito web questo numero coincide con il numero di “premi vacanti” consegnati nell’intera storia degli Hugo Awards. Basti pensare che era dal 1977 che una categoria rimaneva senza vincitore.

Questo dato è direttamente collegabile alle campagne di Sad Puppy/Rapid Puppy, lanciate da autori Sci/fi più o meno affermati che credevano che alcuni lavori fossero sottovalutati in favore di “giudizi liberali”. Considerato che gli Hugos hanno un processo di nomination aperto, il risultato è stato che molte categorie sono state completamente dominate da lavori presentati nella lista di Sad Puppy.

Qui sotto potete trovare tutti i vincitori degli Hugo Awards 2015, e anche i tweet con cui G. Willow Wilson ha reagito al momento della vittoria.

Tutti i vincitori:

Best Novel: The Three Body Problem, Cixin Liu (Tor)

Best Novella: VACANTE

Best Novelette: “The Day the World Turned Upside Down”, Thomas Olde Heuvelt (Lightspeed 4/14)

Best Short Story: VACANTE

Best Dramatic Presentation – Long: Guardians of the Galaxy

Best Dramatic Presentation – Short: Orphan Black: “By Means Which Have Never Yet Been Tried”

Best Related Work: VACANTE

Best Graphic Novel: Ms. Marvel, Volume 1: No Normal, G. Willow Wilson; art by Adrian Alphona & Jake Wyatt (Marvel Comics)

Best Professional Editor Long Form: VACANTE

Best Professional Editor Short Form: VACANTE

Best Professional Artist: Julie Dillon

Best Semi-pro zine: Lightspeed

Best Fanzine: Journey Planet

Best Fancast: Galactic Suburbia Podcast

Best Fan Writer: Laura J. Mixon

Best Fan Artist: Elizabeth Leggett

John W. Campbell Award for Best New Writer: Wesley Chu

 

telegra_promo_mangaforever_2

1 commento

  1. si intuisce che ci dovrebbe essere un punto in questo articolo ma non si capisce quale sia.

    ad esempio che cosa vuol dire
    “secondo il loro sito web questo numero coincide con il numero di “premi vacanti” consegnati nell’intera storia degli Hugo Awards.”

    intanto non sono convinto che “vacante” sia il termine giusto da usare in questo caso… mi suona come una traduzione approssimativa dell’inglese vacant.

    in ogni caso si vuol forse dire che questo è stato l’unico caso nella storia della premiazione in cui dei premi non sono stati consegnati? se si è scritto da cani.

    un “premio vacante”, poi, per definizione non viene consegnato, quindi di nuovo, che vuol dire?

    “Questo dato è direttamente collegabile alle campagne di Sad Puppy/Rapid Puppy, lanciate da autori Sci/fi più o meno affermati che credevano che alcuni lavori fossero sottovalutati in favore di “giudizi liberali”. Considerato che gli Hugos hanno un processo di nomination aperto, il risultato è stato che molte categorie sono state completamente dominate da lavori presentati nella lista di Sad Puppy.”

    qui si intuisce che si vuole spiegare qualcosa ma non si capisce cosa.
    si introduce questo concetto di sad puppy/rapid puppy e non si spiega cosa sia, pertanto io che sono all’oscuro del significato fatico a capire il senso di tutto il periodo.
    poi si allude alle modalità di nomination al premio ma non se ne parla e infine si fa di nuovo riferimento questa cosa del sad puppy, non spiegata.
    il risultato è che ne risente la comprensibilità generale dell’intero articolo.

    in altre parole si parla di una fantomatica polemica e non si capisce bene che tipo di polemica sia e perché ci sia.

    questo non è un articolo di informazione.
    sembrerebbe un copia e incolla in cui si perdono dei pezzi.

    male, male.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui