Ripercorriamo la storia della nemesi per antonomasia dell’Uomo d’Acciaio.

Ripercorriamo la quasi centenaria storia della DC Comics raccogliendo le migliori storie di alcuni dei suoi personaggi più celebri per decadi partendo così dalla Golden Age (fine anni ’30 fino agli inizi degli anni ’50), la Silver Age (metà anni ’50 fino alla fine degli anni ’60), la Bronze Age (primi anni ’70 fino alla metà degli anni ’80) per finire ai giorni nostri.

Sin dal suo esordio Lex Luthor si è guadagnato decennio dopo decennio il titolo di nemesi di Superman mutando così come cambiava l’Uomo d’Acciaio passando da scienziato pazzo a spietato uomo d’affari fino a Presidente degli Stati Uniti.

Pronto a debuttare nuovamente sul grande schermo, con le fattezze di Jesse Eisenberg, ripercorriamo la storia editoriale di Lex.

Anni ’40 – Action Comics vol 1 #47, Superman vol 1 #17 di Jerry Siegel e John Sikela

lex-luthor-1940s

Lex Luthor viene introdotto negli anni ’40 come uno folle scienziato dalla folta chioma rossa che vive in una città fluttuante, capace fra le altre cose di riportare in vita i dinosauri.

Luthor, il nome di battesimo lo scopriremo qualche anno dopo, però è anche il protagonista del primo crossover fra Superman ed Action Comics in questa saga intitolata Powerstone in cui grazie ad un macchinario riesce ad ottenere poteri simili a quelli di Superman chiedendo all’Uomo d’Acciaio di recuperare una fantomatica “Powerstone” pena la morte di una serie di uomini d’affari da lui tenuti in ostaggio.

Da segnalare:  “Europe at War Part II” (Action Comics vol 1 #23), “The Machinations of the Light” (Superman vol 1 #13), “Luthor’s Earthquake Machine” (Superman vol 1 #4), “The Battle of the Atoms” (Superman vol 1 #38), “The Man Who Stole the Sun” (Superman vol 1 #48).

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui