Uscirà il 22 giugno 2018 negli USA.

Intervistato da Wired, Colin Trevorrow, regista di Jurassic World, ha rilasciato interessanti dichiarazioni sul sequel che sta scrivendo insieme a Derek Connolly: “Non vedremo solo un branco di dinosauri che inseguono la gente su un’isola. Ci si stancherebbe subito. L’idea non dev’essere limitata solo ai parchi a tema e ci sono applicazioni per questa scienza che vanno ben oltre l’intrattenimento. Quando guardi com’è iniziato lo sfruttamento dell’energia nucleare, ti accorgi che il primo istinto è stato quello di militarizzarla e solo dopo abbiamo pensato di utilizzarla come fonte energetica. Questa cosa non è necessariamente nei romanzi di Crichton ma è un seme che ho voluto piantare nel primo film e che può crescere nei sequel, se decidono di farli. Cosa succederebbe se tutti avessero accesso a questa fonte? Come se la InGen fosse la Apple, ma cosa succederebbe se Microsoft ci mettesse le mani sopra? Cosa accadrebbe se quindici diverse società in tutto il mondo potessero creare dinosauri?”

“Nel film il dr. Wu dice al dr. Mesrani: ‘Non saremo sempre gli unici a saper fare un dinosauro.’ E’ un’idea interessante. Anche se non la esploriamo pienamente in questo film, c’è spazio perché questo universo possa espandersi. Non dovrei usare la parola universo perché la gente penserà che stiamo facendo un Jurassic World universe e non è così.”

telegra_promo_mangaforever_2

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui